La trama della fiaba di Kirikù

Tra tante storie in cartone animato spicca per originalit

E’ la storia di un piccolo bambino che viene al mondo in un
villaggio dominato da un gran fatalismo, indotto dalla paura e
dalla ignoranza, soggiogato ai voleri della strega
Karabà.
Ma Kirikù è dotato di caratteristiche singolari: una
discreta sicurezza di sé che lo rende intraprendente, gran
coraggio ma soprattutto una buona dose di intuizione e tanta
curiosità.

Kirikù è piccolo ma molto buono e le sue prime
avventure nel microcosmo del villaggio sono in realtà
salvataggi di bambini imprudenti e ingrati che non sapendo ancora
distinguere i propri limiti e non conoscendo né coltivando
le proprie potenzialità, non sono così avveduti da
capire gli inganni della strega e cascano ogni volta vittime dei
suoi sortilegi.

Ma un problema attanaglia il villaggio: tutti rischiano la morte
perché la fonte è prosciugata e proprio tutti credono
che sia anche questo risultato delle stregonerie di
Karabà.
Tutti tranne Kirikù , che non fermandosi alle apparenze,
indaga con intraprendenza e curiosità salvando infine le
sorti della gente del villaggio.

Una fiaba adatta a tutti, adolescenti, adulti e piccini.
Scritta e diretta da Michel Ocelot 2000

Flavia Facco
Psicologa Psicoterapeuta

 

indietro

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.