Le bici si riprendono le città

L’11 maggio in oltre 200 città italiane si festeggia la quarta edizione della Giornata nazionale della bicicletta.

La bicicletta è uno strumento meravigliosamente semplice e complesso. Si aziona con la sola forza delle gambe, d’altra parte è quasi una macchina del tempo, inforcare la bici ci fa tornare ragazzi, con il vento che sferza la faccia e con ogni strada a disposizione che aspetta solo di essere esplorata.

 

Per celebrare l’importanza delle due ruote l’11 maggio si festeggia la Giornata Nazionale della Bicicletta, promossa dal Ministero dell’ambiente. L’iniziativa è giunta alla quarta edizione e mira a promuovere la mobilità ecologica e sostenibile.

 

Parallelamente si svolgerà la manifestazione Bimbimbici promossa da Fiab, la Federazione italiana amici della bicicletta, giunta ormai alla quindicesima edizione. L’evento è rivolto a bambini e ragazzi che vogliono (ri)scoprire il piacere di andare in bici e di tutti i vantaggi che ne derivano, sia per la salute che per l’ambiente.

 

La manifestazione prevede, tra sabato 10 e domenica 11 maggio, una festosa e pacifica invasione di biciclette in oltre 200 città italiane che vedrà coinvolte più di 70.000 persone tra bambini, ragazzi e famiglie. La madrina designata per l’evento è Filippa Lagerbäck, che pedalerà insieme ai bimbi di Milano.

 

Bimbimbici, oltre ad incentivare l’uso della bicicletta tra i più giovani, vuole porre l’accento sulla mancanza di adeguate zone e piste ciclabili nei centri urbani, invitando le istituzioni ad impegnarsi attivamente per creare città sempre più sicure e a misura di ciclista.

 

Un ulteriore motivo per promuovere l’utilizzo della bici è di natura economica. L’industria della bicicletta è infatti una vera e propria eccellenza italiana. Secondo Confindustria-Ancma il nostro Paese è il principale produttore europeo di biciclette, soprattutto per i mezzi da ragazzo fino a 20 pollici, si può affermare che un terzo di tutte le biciclette da bambino presenti in Europa sono italiane.

 

Le ragioni per scegliere la bicicletta sono numerose. Non inquina e non sporca, non ha bisogno di carburante, bollo o assicurazione e consente di restare in forma svolgendo un’attività aerobica all’aria aperta. La bicicletta, infine, è il mezzo adatto a poeti e sognatori, permette a chi pedala di entrare in punta di piedi nel paesaggio e di vedere tutto ciò che lo circonda.

Siamo anche su WhatsApp. Segui il canale ufficiale LifeGate per restare aggiornata, aggiornato sulle ultime notizie e sulle nostre attività.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
La strage dei bambini a Gaza nella foto vincitrice del World press photo 2024

Si chiamava Saly, aveva cinque anni. Nello scatto vincitore del World press photo 2024, il concorso di fotogiornalismo più importante al mondo, non si vede un centimetro del suo corpo senza vita. E non si vede nemmeno il volto della zia, Ines Abu Maamar, che lo stringe forte a sé. Mohammad Salem, fotografo dell’agenzia Reuters,