L’eco-economia copernicana

L’economia guarda alla sostenibilità e diventa più sana e virtuosa: rispettare l’ambiente significa anche cogliere nuove opportunità di business.

Nelle aziende oggi più che mai qualità e innovazione devono tendere alla sostenibilità. Rispettare l’ambiente significa cercare nuove prospettive, cogliere nuove opportunità, sperimentare soluzioni, tuffarsi nell’innovazione tecnologica e nell’ecoefficienza. Ciò è possibile solo grazie agli investimenti di realtà capaci di fiutare il futuro. La sostenibilità è una pochissime aree di business in crescita, e le aziende che si incamminano in questo percorso operano concretamente sul campo, costituiscono la base dell’unica crescita economica possibile: lo sviluppo sostenibile.

Questo è uno dei temi chiave nel mio ebook La felicità nel cambiamento, in cui Lester Brown – fondatore del Worldwatch Institute e ora a capo dell’Earth Policy Institute – scrive:

Un’economia ecologicamente sostenibile — un’eco-economia — richiede la formulazione di una politica economica nella cornice di principi ecologici, con economisti ed ecologisti che lavorano insieme per dare forma alla nuova economia.
Così come Copernico ha formulato una nuova visione astronomica dopo diversi decenni di osservazioni della sfera celeste e di calcoli matematici, anche noi possiamo formulare una nuova visione economica mondiale basata su diversi decenni di osservazioni scientifiche e analisi ecologiche. Una stabile relazione tra l’economia e l’ecosistema terrestre è essenziale per sostenere il progresso economico.

Vedere una cosa non solo per quello che è, ma per quello che può diventare, vedere i rifiuti come una preziosa risorsa, vedere un nuovo libro in un mucchio di stracci, vedere un albero di Natale in una pila di scatoloni, vedere un giocattolo con cui i bambini si divertiranno in ritagli di cartoncini, si può considerare un esercizio ginnico mentale per il quale occorre un ribaltamento creativo “copernicano”. Chi ha la forza di compiere questo movimento sarà naturalmente più portato a intraprendere nuovi percorsi verso le sfide del futuro. E questo è riconosciuto dai clienti, dagli stakeholder, dai collaboratori in tutto quell’universo di relazioni, affari e interessi che ruotano intorno a un’azienda. Specialmente se poi la comunicazione rispecchia strategie e contenuti autenticamente migliorativi.

Sostenibilità, ecologia, recupero, riciclo, riduzione dei consumi, energia rinnovabile, compensazione della CO2 erano tutti termini fino a poco tempo fa totalmente assenti dalla comunicazione, ma che oggi vengono utilizzati proprio per veicolare valore e valori nei messaggi che vanno nella direzione del cambiamento.

Articoli correlati