Lo spreco, ridurlo è facile

Basterebbero poche e semplici attenzioni per ridurre la valanga di rifiuti che produciamo. Ecco alcuni semplici esempi da adottare da subito all’interno delle nostre abitazioni.

 

  • Acqua
    L’acqua è una delle risorse più preziose e
    maggiormente sprecate. Ne consumiamo in media 225 litri al giorno a
    testa. Spesso senza rendercene conto.
    Un rubinetto che gocciola, perde circa 30 litri al giorno, ogni
    volta che scarichiamo l’acqua del water ne consumiamo dai 22 ai 45
    litri (gli sciacquoni a basso consumo ne perdono 15 litri a getto).
    Se ci soffermiamo a pensare che l’acqua che esce dal rubinetto ha
    un flusso in media di 12-20 litri al minuto, ci renderemo
    facilmente conto di quanta ne sprechiamo durante il lavaggio dei
    denti, mentre indugiamo sotto la doccia o sciacquiamo
    distrattamente un bicchiere. Abituatevi a chiudere l’acqua mentre
    vi massaggiate i denti con lo spazzolino o vi insaponate sotto la
    doccia. Potete inoltre inserire una retina frangigetti all’uscita
    del rubinetto che, oltre a trattenere le impurità,
    diminuirà anche il getto d’acqua erogata. Per un maggiore
    risparmio, potete applicare ai rubinetti di casa un aeratore a
    basso flusso che mescola aria all’acqua: un semplice accorgimento
    che farà risparmiare circa 3600 litri di acqua ogni
    anno.
  • Cambio dell’aria
    Quando i riscaldamenti sono accesi è buona norma aprire
    completamente le finestre per cinque minuti ogni due/tre ore,
    anziché lasciare un piccolo spiraglio aperto per tutto il
    giorno.
    Nella stagione calda cambiate l’aria nelle ore più fresche e
    riparate dalle radiazioni le finestre direttamente esposte ai raggi
    del sole con tende e persiane, veneziane esterne o tende di
    bambù.
  • Elettrodomestici
    Evitate di aprire il frigorifero inutilmente e per troppo tempo.
    Controllate la tenuta delle guarnizioni, le fessure di aerazione e
    asportate eventuali depositi di ghiaccio. Non introducete mai cibi
    caldi, ma lasciate raffreddare a temperatura ambiente le vostre
    preparazioni.
    Quando cucinate potete evitare di sprecare calore ed energia
    semplicemente coprendo le pentole che comunque non dovrebbero mai
    essere di una grandezza inferiore rispetto al fornello sul quale
    state cucinando; nella preparazione di una bevanda solubile come
    té o caffè, portare a bollitura solo la
    quantità necessaria di acqua. Se utilizzate piastra o forno
    elettrico, ricordatevi che potrete spegnere dieci minuti prima di
    finire la cottura, poiché continueranno ugualmente a
    sprigionare il calore necessario. Non aprire inutilmente il forno,
    eviterà un’inutile dispersione di calore: ogni volta che lo
    si apre, escono fra i 25 e i 50 gradi di calore.
    Lavatrice e lavastoviglie dovrebbero sempre funzionare a pieno
    carico, inoltre evitate il più possibile i programmi di
    prelavaggio o di sciacquare le stoviglie sotto l’acqua corrente
    prima di inserirle in macchina.
  • Rifiuti
    Mediamente produciamo più di un chilo di spazzatura al
    giorno. Molti dei contenitori che buttiamo possono essere
    recuperati, riutilizzati o, meglio ancora, non entrare mai nelle
    nostre case. Pensiamo ad esempio ai contenitori di polistirolo o di
    plastica per imballare frutta e verdura: oggi molti supermercati si
    stanno finalmente attrezzando per il loro recupero all’uscita.

Betty Pajè

Articoli correlati