Uragano Dorian, la East Coast americana aspetta l’impatto. Il percorso in diretta

Dopo aver devastato le Bahamas, il potente uragano Dorian punta lentamente verso gli Stati Uniti. Declassato in categoria 3, resta estremamente pericoloso.

4 settembre – Lo spostamento lentissimo dell’uragano, che è rimasto quasi immobile sopra le Bahamas per decine di ore, ha ritardato l’arrivo sulle coste orientali degli Stati Uniti. L’impatto è previsto ora per la giornata di oggi, mercoledì 4 settembre. Il bilancio delle vittime è intanto salito a sette.


22:15 – Le prime immagini aeree della devastazione causata dall’uragano Dorian alle Bahamas cominciano a circolare sui social network. La situazione appare catastrofica.

16:35 – Sono circa 61mila le persone che necessitano un aiuto immediato alle Bahamas, secondo le informazioni diffuse dai media locali. Intanto, negli Stati Uniti il governatore della Carolina del Sud ha proceduto ad evacuare circa 800mila abitanti. La stessa decisione è stata adottata per le regioni costiere delle contee di Palm Beach e di Martin, in Florida, e per sei contee costiere della Georgia.

Martedì 3 settembre, ore 7:45 – Il primo ministro delle Bahamas, parlando alla stampa, ha fatto sapere che le vittime accertate sono almeno 5. Numerose testimonianze hanno parlato di onde più alte di case a due piani: si teme perciò un bilancio devastante in termini di danni materiali.

Uragano Dorian Florida
Uragano Dorian, la Florida si prepara all’impatto © Joe Raedle/Getty Images

L’uragano, come previsto, intanto è stato declassato nuovamente a categoria 3. Ciò che non era stato immaginato dagli esperti è il fatto che sia rimasto tutta la notte sulla porzione occidentale dell’arcipelago caraibico, rallentando dunque ulteriormente la propria corsa. Ormai si sposta infatti ad una velocità inferiore a quella di una persona che cammina: per questa ragione l’arrivo in Florida è stato ulteriormente ritardato. È previsto ora per tra la sera di oggi, martedì, e la mattinata di mercoledì.

20:30 – La macchina dei soccorsi è scattata alle Bahamas. Ad annunciarlo sono state le autorità dell’arcipelago.

stati uniti dorian uragano
Gli Stati Uniti si preparano all’arrivo dell’uragano Dorian © Joe Raedle/Getty Images

19:00 – Secondo la Croce Rossa americana sono 19 milioni le persone che vivono nelle aree degli Stati Uniti che potrebbero essere colpite dall’uragano. L’arrivo in Florida è previsto per le prime ore di martedì. Si stima che in tale stato, nonché in Georgia e Carolina del Sud, possano essere fino a 50mila le persone che necessiteranno di un riparo.

14:30 – L’uragano si sposta ormai a meno di 2 km/h. Il che significa che i danni potrebbero essere ulteriormente amplificati dalla durata del fenomeno. Soltanto nella mattinata di domani, martedì, si prevede che possa modificare la propria rotta e dirigersi verso nord. Per ora, punta verso le coste della Florida: si trova attualmente ad una sessantina di chilometri da Palm Beach. L’intensità dei danni dipenderà dalla traiettoria esatta che seguirà il ciclone.

uragano dorian florida
Uragano Dorian, la Florida si prepara all’arrivo (foto di lunedì 1 settembre) © Scott Olson/Getty Images

14:00 – La Croce Rossa ha stilato un primo bilancio dei danni causati dall’uragano Dorian alle Bahamas: “Non abbiamo ancora un quadro completo di ciò che è accaduto, ma è chiaro che siamo di fronte ad una catastrofe”. Sarebbero circa 13mila le case distrutte o danneggiate. Secondo Sune Bulow, capo delle operazioni d’emergenza della Federazione internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, servono urgentemente ripari, acqua potabile, assistenza sanitaria e sostegno economico a breve termine per la popolazione colpita.

9:00 – Secondo le informazioni del Centro nazionale per gli uragani (Nhc) degli Stati Uniti, l’uragano Dorian è accompagnato da venti che raggiungono i 295 km/h, con raffiche che possono raggiungere i 350 km/h. Si tratta dunque di un fenomeno più potente di Gilbert (1988), Wilma (2005) e dell’uragano del Labor Day del 1935.

Soltanto Allen, nel 1980, lo superava con 305 km/h. Per questo l’Nhc si attende scene di devastazione dopo il passaggio, che sarà accentuato dal fatto che l’occhio del ciclone si muove ormai molto lentamente. La potenza dell’uragano è stata determinata da una serie di concause: l’aria umida, l’atmosfera instabile, dei venti omogenei e, soprattutto, una temperatura dell’oceano Atlantico di ben due gradi centigradi superiore alla media.

Lunedì 2 settembre ore 8:00 – “Siamo di fronte ad un uragano come non ne abbiamo mai visti nell’intera storia delle Bahamas”, ha dichiarato domenica il primo ministro dell’arcipelago caraibico Hubert Minnis nel corso di una conferenza. In lacrime, il leader ha aggiunto: “È probabilmente il giorno più triste della mia vita”. L’uragano Dorian ha portato venti eccezionali e piogge torrenziali, causando enormi danni, come mostrano le prime immagini giunte dalle aree colpite.

Aggiornamento domenica 1 settembre, ore 16 – L’uragano Dorian ha raggiunto la categoria 5: la più alta nella scala di Saffir-Simpson. Si tratta dunque di un fenomeno tra i più potenti di sempre, paragonabile a Katrina, che devastò nel 2005 New Orleans, o a Irma e Maria, che hanno colpito le Antille nel 2017.

Secondo le informazioni fornite dal Centro nazionale per gli uragani (Nhc), “l’occhio di questo uragano catastrofico è sul punto di colpire le isole Abacos, nell’arcipelago delle Bahamas”. Si trova dunque circa 360 chilometri ad est di Palm Beach, in Florida, dove è atteso per le prime ore di martedì.

uragano dorian
L’uragano Dorian ha sfiorato Porto Rico © Eric Rojas/Afp/Getty Images

 


L’uragano Dorian si sta rafforzando nell’oceano Atlantico centrale e si dirige verso le Bahamas. Lunedì è previsto l’arrivo sulle coste della Florida e della Georgia, che hanno dichiarato lo stato d’emergenza su una parte dei loro territori.

Dopo aver sfiorato Porto Rico nella notte tra giovedì e venerdì come uragano di categoria due su cinque, la depressione sta aumentando la propria forza al di sopra dei Caraibi. Secondo il Centro nazionale per gli uragani (Nhc) degli Stati Uniti, i venti arrivano già a 165 chilometri all’ora. Per questo l’autorità americana ha parlato di gravi rischi per la vita umana nel corso del fine settimana e all’inizio della prossima.

uragano dorian
La traiettoria dell’uragano Dorian © Nhc/Noaa

 

Donald Trump: “Preparatevi ad un uragano tra i peggiori”

Il presidente Donald Trump ha annunciato giovedì 29 agosto la decisione di annullare un viaggio in Polonia, “al fine di rimanere tutti concentrati sulla tempesta in arrivo. Forse una delle peggiori”. Secondo l’ultimo bollettino diffuso alle 5 di mattina (ora italiana) di venerdì, l’occhio dell’uragano Dorian si trova circa 470 chilometri ad est delle Bahamas, e di muove verso nord-ovest ad una velocità di 19 chilometri all’ora.

La Nhc prevede in queste ore un rafforzamento che farà arrivare l’uragano almeno alla categoria quattro, con venti ad oltre 200 chilometri all’ora: “Si tratta di un evento estremamente pericoloso”, hanno ammonito gli esperti. Che hanno chiesto alla popolazione di rifornirsi di acqua, cibo e medicinali. Il governatore della Georgia Brian Kemp ha allo stesso modo parlato di “potenziali effetti catastrofici” per gli abitanti delle regioni costiere.

Articoli correlati