Marrubium vulgare: proprietà terapeutiche e controindicazioni del marrubio

Quali sono le proprietà terapeutiche del marrubio? Già Paracelso, Kneipp e il parroco erborista Künzle elogiavano le virtù di questa pianta. Che è anche un bruciagrassi naturale.

Già Paracelso, Kneipp e il parroco erborista Künzle elogiavano il marrubio per le sue proprietà terapeutiche contro le malattie di milza, fegato e polmoni, così come contro l’asma e la bronchite. Presso greci e latini la pianta era nota come Ballota, nome dal significato incerto, che potrebbe essere ricondotto al verbo greco ballein, respingere, riferendosi forse all’odore intenso.

Dove si trova il marrubio

Il marrubio si trova un po’ ovunque nell’Europa meridionale. Al nord delle Alpi soprattutto negli orti, ma anche allo stato selvatico, in luoghi deserti, fra detriti, su suolo roccioso, in particolare nel Vallese.

marrubio
Il marrubio assomiglia all’ortica © http://www.blanokridlivpraze.cz/

Proprietà terapeutiche

Sono utilizzate le foglie e le sommità fiorite, mediante infuso o estratto. Ha effetto rinforzante e stimolante sul
tratto gastrointestinale, stimola l’appetito e la secrezione della bile, cura le febbri legate a problemi intestinali; inoltre, esercita un’azione espettorante in caso di catarro bronchiale (utile per la pertosse). Può essere impiegato esternamente anche per lavande di piaghe e ulcere, sempre mediante infuso.

Marrubio per dimagrire

Questa erba alpina riattiva il metabolismo grazie alle sue proprietà toniche, sudorifere, depurative e digestive. Il marrubio contiene acido ursolico, una sostanza che agisce sulla tonicità muscolare ed è in grado di bruciare i grassi. Il marrubio è indicato in caso di obesità, consigliato a chi fatica ad aumentare la massa muscolare e in caso di atrofia muscolare.

Uso

Tintura madre di marrubio

Per un effetto espettorante, febbrifugo e digestivo 20 gocce di tintura madre in poca acqua, 2-3 volte al giorno lontano dai pasti.

marrubio
La tisana di marrubio aiuta a bruciare i grassi © Ingimage

Tisana di marrubio

Per bruciare i grassi: infuso di sommità fiorite di marrubio 1 g in 100 ml di acqua al giorno; per un effetto coleretico, ovvero per aumenare la secrezione biliare: 1,5 g in 100 ml di acqua bollente per 3 volte al giorno prima dei pasti; infuso espettorante: 4,5 g in acqua bollente nell’intera giornata.

Controindicazioni

Le persone affette da gastrite o ulcera peptica devono evitare l’assunzione di marrubio. Anche durante la gravidanza e l’allattamento è consigliato evitare il consumo di questa pianta.

 

Articoli correlati
Sambuco

Sambuco nigra. Scavi archeologici hanno portato alla luce residui di bacche di sambuco cotte risalenti addirittura alla Preistoria.

Malva

La malva è di certo una della piante officinali più antiche; già cinquemila anni fa, in Cina, era molto apprezzata per preparare tisane.