Milano Food City, tutto quello che c’è da sapere per godersi il fuorisalone del cibo

Quest’anno nasce Milano Food City, l’esperienza zero del fuorisalone del cibo voluta dal sindaco Beppe Sala. Una rete di eventi che necessita di una guida introduttiva.

È stato definito come il “fuorisalone del cibo”, cioè una serie di eventi aperti a tutti che si tengono a Milano mentre a Fiera Milano (Rho) si tiene Tuttofood, la fiera internazionale dedicata alle aziende del settore food & beverage. Milano Food City, questo il nome, animerà la città con oltre 300 appuntamenti dal 4 all’11 maggio, fortemente voluto dal comune di Milano e dal sindaco Beppe Sala. Da allora tante realtà, istituzionali, culturali, commerciali, si sono attivate per entrare a far parte del palinsesto con eventi e incontri, talk e dibattiti.

Leggi anche: Barack Obama è l’ospite d’onore di Seeds&Chips, perché il cibo è una delle armi contro i cambiamenti climatici

Milano Food City vuole svilupparsi in tre direzioni: raccogliere l’eredità di Expo Milano 2015 per sviluppare le riflessioni sul tema della nutrizione; far diventare Milano una città attrattiva, oltre che per la moda e per il design, anche per il food, incoraggiando i soggetti che fanno parte di questo settore (chef, ristoranti, aziende) nella creazione di eventi di educazione e intrattenimento aperti al pubblico. Il terzo pilastro di Food City è la volontà di dare impulso a tutte le realtà del volontariato milanese che si occupano del recupero e della redistribuzione del cibo.

Milano dà così il via a un percorso che la città potrà perfezionare una volta conclusa l’esperienza di questa “Edizione zero”, come l’ha definita Sala, per costruire un appuntamento annuale dove confrontarsi con protagonisti internazionali sul diritto al cibo, la sostenibilità alimentare, la lotta allo spreco. Per far diventare Milano la “Davos del cibo”.

L’inaugurazione

L’inaugurazione si è tenuta mercoledì 3 maggio alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Una grande festa aperta a tutti i cittadini che, tra intrattenimento e musica, ha ricordato che una città che si presta a ospitare un forum sul cibo non può dimenticare le tante persone che faticano ad arrivare alla fine del mese. Per l’occasione, i cittadini si sono potuti pesare soli o in gruppo sulle bilance allestite nello spazio, perché Più siamo più doniamo. Al peso complessivo degli ospiti che non hanno temuto la bilancia è stata corrisposta una quantità di cibo donato: 7 tonnellate di prodotti generosamente offerti da un gruppo di aziende del settore e gestiti dal Banco Alimentare, dalla Caritas Ambrosiana e da Pane Quotidiano.

Come si svolge la Milano Food Week

Food for All!

Propone in Fondazione Feltrinelli, fino al 10 maggio, laboratori didattici, laboratori, tavoli di lavoro, talk e dibattiti scientifici, spettacoli, reading, proiezioni e una mostra interattiva dedicata a un giro del mondo nelle culture del cibo con immagini originali dei fotografi Francesco Zizola, Stanley Green, Yuri Kozyrev.

Saranno ospiti, tra gli altri, Jeffrey Sachs, economista e saggista consulente delle Nazioni Unite e docente alla Columbia University, Sam Kass, consulente nutrizionale e chef della Casa Bianca durante l’amministrazione Obama, l’attrice Lella Costa, la scrittrice Simonetta Agnello Hornby e lo chef Filippo La Mantia. Inoltre è prevista la proiezioni di documentari e film come The Gateway Bug di Johanna B. Kelly e Camron Marshad, Theatre of life/Il Refettorio di Peter Svatek sullo chef Massimo Bottura, La Ricotta di Pier Paolo Pasolini con una narrazione inedite sulle opere d’arte presenti nel film dei critici d’arte Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa.

E poi c’è Week and Food

Una grande festa diffusa sul tema del “mangiare sano”: sempre fino all’11 maggio, in tutta la città, feste, presentazioni, aperitivi, degustazioni, concerti, aree dedicate, con la partecipazione di chef, gourmet, produttori attenti ai valori della sostenibilità e alla qualità delle materie prime.

Tra le iniziative in programma di Week and Food, ritornano alcuni appuntamenti come Taste of Milano, il Festival degli chef che per l’ottavo anno consecutivo dal 4 al 7 maggio celebra l’alta cucina del capoluogo lombardo e i suoi protagonisti negli spazi di The Mall, e la tre giorni di Italian Gourmet, dal 6 al 10 maggio al Superstudiopiù di via Tortona, dove i più importanti chef stellati italiani offriranno la possibilità di scoprire in chiave contemporanea i grandi classici della nostra tradizione. Inoltre, grazie alla partnership con JRE – Jeunes Réstaurateurs d’Europe, gli chef saranno presenti in sette hotel che ospiteranno a turno, ogni giorno, gli esclusivi Aperitivi a 5 stelle lusso.

La Festa del Bio

Week and Food è anche la Festa del Bio, la festa del biologico italiano in movimento organizzata da FederBio. L’evento vede protagonisti produttori, aziende, consumatori, giornalisti, blogger. Millennials, studenti, bambini, adulti con l’obiettivo di conoscere e far vivere il biologico da vicino. Durante tutta la giornata di sabato 6 maggio sarà possibile assistere a talk aperti che si terranno al Palazzo Giureconsulti dalle ore 10:15.

I talk avranno come focus il biologico “made in Italy”, la comunicazione sul tema, la nutrizione e l’agricoltura. Inoltre in via Mercanti si potranno conoscere le aziende biologiche con i loro prodotti, i bambini potranno partecipare al Baby Bio Village e i giovani potranno partecipare al contest social #vivoilbio condividendo video, audio e foto su cos’è l’agricoltura biologica.

FoodFriends

Ci farà scoprire tutto sul caffè e le spezie a Palazzo Bovara, sul valore dell’alimentazione e dell’arte della tavola al Casello Ovest di Porta Venezia e conoscere i segreti della vera pizza e degustarla al Capac. I ristoranti e pubblici esercizi aderenti a Epam che partecipano a FoodFriends si impegnano, all’insegna della solidarietà, a inserire nel proprio menù un piatto cucinato con un prodotto proveniente dalle zone recentemente colpite dal sisma e in questi stessi luoghi sarà promosso l’utilizzo della FoodFriends Foody Bag, pratica virtuosa di una cultura del cibo sostenibile e attenta a limitare lo spreco.

Seeds&Chips

Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit, in collaborazione con Tuttofood, si tiene dall’8 all’11 maggio negli spazi di FieraMilano, a Rho. Quattro giorni di esposizioni, conferenze, business meeting focalizzati su temi, modelli e novità che stanno cambiando il modo in cui il cibo è prodotto, trasformato, distribuito, consumato e raccontato. Ospite d’onore l’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama che, il 9 maggio, terrà uno speech e un talk con Sam Kass.

Gli altri eventi da non perdere

Si inseriscono all’interno di Milano Food City anche una serie di altri eventi non strettamente legati alle tematiche alimentari, ma che arricchiscono e completano il programma. Tra questo si segnala per la qualità della proposta quello di sabato 6 maggio promosso da ClassicAperta, progetto dell’associazione per Mito Onlus che ha lo scopo di aprire e valorizzare i luoghi delle periferie attraverso la musica classica. Per l’occasione ClassicAperta ha individuato tre cortili e una terrazza del Quartiere Adriano, Municipio 2, tutti caratterizzati da interessanti qualità estetiche e storiche, che sabato 6 maggio dalle 17.00 alle 20.00 apriranno le porte a tutti mentre, al proprio interno, gli allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado eseguiranno concerti di musica classica in terzetti e quartetti. Sarà un vero e proprio evento di strada aperto a tutti che animerà attraverso la musica classica tutto il quartiere del Municipio 2.

Articoli correlati