In Missouri un’associazione insegna a coltivare ortaggi per migliorare l’alimentazione

L’obiettivo di Grow Well Missouri è di migliorare l’accesso al cibo nutriente per le persone meno abbienti che si rivolgono alle dispense alimentari.

Negli Stati Uniti una persona su sei soffre la fame. Sono ormai numerose le aziende alimentari e le catene di supermercati che mettono a disposizione dei bisognosi parte dei loro prodotti che vengono poi riuniti in grandi dispense alimentari.

 

Dispensa alimentare statunitense

 

Un’associazione ha però deciso di alzare l’asticella, insegnando alle persone a coltivare il proprio cibo. Grow Well Missouri è nata con l’obiettivo di migliorare l’accesso al cibo sano anche presso le dispense alimentari e a diffondere l’educazione per un’alimentazione equilibrata, in grado di contrastare malattie croniche quali il diabete, l’ipertensione e il colesterolo alto.

 

L’associazione ha avviato un’iniziativa che prevede di mettere a disposizione delle persone a basso reddito semi e piante e le conoscenze necessarie per coltivarli.

 

coltivare pomodori in vaso

 

In una recente dimostrazione svoltasi in Columbia, nel Missouri, quattro volontari di Grow Well Missouri hanno mostrato ad un nutrito e costante flusso di spettatori come coltivare alcune specie di pomodoro in vaso. Ai partecipanti sono state distribuite delle borse contenenti una piantina di pomodoro, una paletta da giardiniere e un fascicolo con le istruzioni per prendersi cura della pianta.

 

“Quello che coltivi da solo, vedi crescere e poi mangi è probabilmente il cibo di miglior qualità che potrai mai assaggiare”, ha affermato Bill McKelvey, fondatore di Grow Well Missouri.

 

Quando la gente si rivolge per necessità alle dispense alimentari non sempre trova prodotti salutari e di rado sono presenti cibi freschi, anche se molte banche alimentari stanno lavorando per cambiare la situazione.

 

coltivare ortaggi

 

“La maggior parte degli alimenti donati alle dispense alimentari è cibo in scatola, in modo che si conservi più a lungo – ha spiegato Livia Marques, responsabile del programma Alimentazione e salute della WK Kellogg Foundation. – Offrire alle persone la possibilità di coltivare i propri alimenti può permettere di aprire nuovi scenari nell’ambito dell’assistenza”.

Articoli correlati