Mobilità urbana sostenibile, l’invalicabile confine tra innovazione e pianificazione

Le criticità della mobilità urbana possono essere superate con l’innovazione tecnologica dei veicoli, ma la pianificazione e le politiche urbane non sempre sostengono la competitività delle città.

Il traffico, l’inquinamento, i consumi energetici sono tutti problemi legati alla mobilità urbana. Il potenziamento dei trasporti pubblici e della ricerca sull’innovazione tecnologica dei veicoli costituiscono il maggior contributo con cui le amministrazioni possono migliorare la gestione delle risorse e la qualità della vita dei cittadini.

La mobilità costituisce uno dei fattori fondamentali per lo sviluppo socioeconomico delle aree urbane su scala locale e globale. Per questo motivo, il tema della sostenibilità ha un ruolo cruciale nelle strategie di intervento.

 

citta-notturna

 

Con il Libro bianco sulla politica europea dei trasporti, l’Unione europea ha assunto un ruolo attivo nella programmazione della strategie di sviluppo della mobilità urbana sostenibile; direttive – quelle comunitarie – che le autorità locali hanno assorbito nella loro struttura normativa. Con la diffusione della cultura della mobilità urbana sostenibile anche alcune città italiane hanno lentamente assunto un carattere dinamico e competitivo rispetto agli effetti delle politiche di intervento sulla rete dei trasporti di altre realtà europee.

 

Nel quaderno sull’efficienza energetica dei trasporti, l’Enea dimostra come l’introduzione di tecnologie innovative per i veicoli contribuisca all’efficienza, alla sicurezza, all’impatto ambientale e alla produttività complessiva del sistema di trasporti, citando, in tempi in cui l’idrogeno era ancora in sperimentazione, la necessità di garantire gli spostamenti pubblici e privati con veicoli ibridi.

 

treno-stazione

 

In risposta all’esigenza di una normativa più calzante con lo sviluppo urbano, molte amministrazioni hanno aperto l’iter legislativo per l’adozione dei Piani urbani di mobilità sostenibile (PUMS) che dovrebbero consentire la diffusione delle applicazioni tecnologiche innovative al ramo dei trasporti.

I cosiddetti Intelligent Trasportation Systems (ITS) rispondono al contenimento degli impatti ambientali e sociali della mobilità urbana offrendo una nuova gamma di veicoli il cui funzionamento è ottimizzato dall’integrazione con le tecnologie digitali e informatiche. Un esempio sono le automobili a idrogeno e il controllo della mobilità attraverso applicazioni per smartphone.

 

macchina-interno

 

La sostenibilità è il principale obiettivo alla base della pianificazione strategica e delle soluzioni per la mobilità urbana. In quest’ottica affrontare le necessità ambientali e sociali attraverso la ricerca sperimentale e industriale è la strada da percorrere per la diffusione dei veicoli a idrogeno e della crescita razionale delle città del futuro.

 

Scopri la sostenibilità e l’innovazione tecnologica della gamma Toyota Hybrid

 

Articoli correlati