Moby canta per il clima

La campagna di comunicazione per il clima promossa da Mtv e dalla Commissione Europea

Nella capitale svedese il musicista americano ha suonato i brani
del suo ultimo album “Wait for me”, inaugurando un ciclo di tre
concerti che si concluderà a dicembre 2009 a Copenhagen, in
occasione della conferenza mondiale sul clima.

“Se all’improvviso il centro degli Stati Uniti diventa un deserto,
i prezzi degli alimenti si centuplicano e hai di fronte un miliardo
di potenziali rifugiati, tutte le altre questioni passano in
secondo piano”, ha detto Moby. “Quindi per poter avere il lusso di
occuparci di altre questioni, dobbiamo innanzitutto occuparci del
cambiamento climatico”.

Lo scorso luglio Mtv e la Commissione Ue hanno lanciato la campagna
“Play to stop” per i mobilitare i giovani europei nella lotta
contro i cambiamenti climatici. La campagna non prevede solo
concerti, ma anche spot televisivi, trasmissioni su internet e
altre iniziative. E si svolge in 11 paesi europei, tra cui
l’Italia.

“I giovani di oggi dovranno sostenere l’onda d’urto dei cambiamenti
climatici. La conferenza di Copenaghen è probabilmente
l’ultima occasione che abbiamo per affrontare questi cambiamenti
prima che diventino incontrollabili”, ha dichiarato il commissario
europeo all’Ambiente Stavros Dimas.

“Nel mondo vi è un’enorme attesa per il raggiungimento di
un accordo e noi dobbiamo incoraggiare questo interesse”. Scopo
della conferenza di dicembre è trovare un nuovo accordo
mondiale per ridurre i gas serra, dato che il Protocollo di Kyoto
scade nel 2012.

Gianluca Cazzaniga

Articoli correlati
Record Store Day: dieci uscite per musicofili

Il prossimo 18 aprile è il Record store day: la giornata mondiale dedicata ai negozi di dischi indipendenti. Ecco dieci brani – fra ristampe, rarità e inediti – usciti negli anni per questa occasione.