Casa ecologica

Nido verticale, la nuova torre sostenibile di UnipolSai a Milano

Il quartiere milanese di Porta Nuova ospiterà il Nido verticale, la nuova torre della compagnia assicurativa UnipolSai realizzata da Mario Cucinella.

Dopo il Bosco verticale, il complesso ideato dall’architetto Stefano Boeri che ha ricevuto numerosi riconoscimenti, anche il Nido verticale, la torre che sta per diventare la sede del gruppo di assicurazioni UnipolSai a Milano, è sulla strada giusta per ottenere riconoscimenti per sostenibilità e bellezza. Ad aggiudicarsi l’appalto di questo progetto maestoso è stato lo studio Mario Cucinella Architects.

UnipolSai nido verticale Milano
La nuova torre della UnipolSai di Milano

Lo skyline di Milano prende forma

La torre della UniCredit, il grattacielo rivestito di vetro più alto di Milano che misura 231 metri, rappresenta il cuore pulsante dell’architettura della zona milanese di Porta Nuova e ha introdotto anche a Milano il concetto di avere una torre come sede. Così anche UnipolSai ha deciso di non essere da meno cominciando la costruzione di un grattacielo sostenibile e appariscente.

Le caratteristiche del Nido verticale

Il grattacielo raggiunge un’altezza di 125 metri secondo il progetto e occupa un’area di 3.300 metri quadrati. I materiali usati sono legno, metallo e vetro. A essere di legno sono i pilastri curvilinei che, secondo il progetto, si incontrano a un certo punto formando un nido verticale dalla struttura romboidale sulle pareti, che dà il nome all’intero complesso.

L’ingresso del palazzo dà sulla piazza pedonale e sotto la notevole vela rivestita di vetro si trova l’atrio. Lo spazio interno ospita terrazzamenti di forma ellittica di dimensioni diverse che si affacciano su un lato del grattacielo. Questi ospiteranno uffici, ma anche aree comuni e piccoli giardini d’inverno. Dal basso sembrerà di ammirare una foresta bianca per via dei pilastri di legno curvilinei che circondano la struttura. Varcata la soglia d’ingresso si può accedere a un auditorium e a un bar. A partire dal primo piano sono previsti gli uffici che possono ospitare circa duemila persone, sale riunioni a disposizione dei vertici italiani delle assicurazioni.

Torre Unipol, Porta Nuova
Rendering dell’ingresso della torre Unipol.

Gli standard elevati di sostenibilità

Il Nido verticale è un edificio sostenibile e innovativo dal punto di vista dell’efficienza energetica. UnipolSai ha richiesto alti standard di sostenibilità per il progetto essendo sensibile alle questioni ambientali. Lo scheletro dell’edificio è formato da un doppio strato tra cui ci sarà una cavità che isola dal freddo invernale e previene il calore eccessivo in estate. Grazie ai pannelli solari installati in punti strategici e ai sistemi di raccolta dell’acqua piovana integrati in fantastici elementi di design (come la vela a specchio sopra l’ingresso) il consumo di risorse dell’edificio è ridotto al minimo.

nido verticale sostenibilità
Il diagramma che mostra l’efficienza energetica della torre in tutte le stagioni dell’anno.

Chi è l’architetto Mario Cucinella

L’architetto Mario Cucinella è rinomato nel campo degli edifici sostenibili e ha fondato l’organizzazione no profit Building Green Futures. “L’energia è uno strumento creativo straordinario per immaginare edifici di nuova generazione”, ha affermato.

La ciliegina sulla torta è una terrazza panoramica dove si terranno mostre ed eventi, il cuore verde pulsante dell’edificio. Oltre alle terrazze che ospitano i giardini d’inverno, in cima a questo sorprendente grattacielo, all’interno di una sezione diagonale, ci sarà un altro giardino d’inverno per regolare la temperatura interna dell’edificio senza sistemi di aerazione artificiali. Come un vero e proprio polmone verde e naturale.

Si dice che il progetto sia costato circa 100 milioni di euro, ma gli esperti del settore sostengono che il valore possa aumentare vista la zona e le sue caratteristiche architettoniche. Secondo le stime, l’opera di Cucinella sarà pronta per il 2018.

Foto via Mario Cucinella Architects

Tradotto da

Articoli correlati
Il mondo è a corto di sabbia

La sabbia è una risorsa rinnovabile, ma noi non le diamo il tempo. Di questo passo, esauriremo le riserve di sabbia per colpa della nostra fame di cemento.