David Sassoli è il nuovo presidente del Parlamento europeo. Chi sono i candidati alle altre cariche dell’Unione

Il nuovo presidente del Parlamento europeo è David Sassoli, italiano. Fra i candidati alla presidenza della altre istituzioni dell’Unione ci sono due donne, entrambe dal carattere forte.

Dopo due giorni di negoziati, martedì pomeriggio i membri del Consiglio europeo si sono di nuovo riuniti a Bruxelles, in Belgio, per scegliere quali nomi proporre a rinnovo delle principali cariche istituzionali dell’Unione in seguito alle elezioni del 24 maggio.

Leggi anche: Come sono andate le elezioni europee 2019, i risultati (per il clima)

Trovare un accordo non è stato facile, data la molteplicità dei partiti rappresentati dalla maggioranza che governerà i lavori della prossima legislatura, che comprende Popolari, Socialisti, Liberali e Verdi. Era necessario inoltre che le nomine rispettassero precisi criteri geografici, in modo da non scontentare i paesi più importanti, e che fossero distribuite equamente fra uomini e donne.

Chi sono i candidati alle principali cariche istituzionali dell’Unione europea

Alla fine, le proposte per il quinquennio 2019-2024 sono queste: la tedesca Ursula von der Leyen per la presidenza della Commissione; il premier uscente del Belgio, Charles Michel, per la presidenza del Consiglio; lo spagnolo Josep Borrell come Alto rappresentante per gli affari esteri e la francese Christine Lagarde come presidente della Banca centrale europea. Il nuovo presidente del Parlamento europeo è invece David Sassoli, eurodeputato italiano del Partito democratico, che ha lavorato come giornalista per più di vent’anni: prima per Il giorno e poi al Tg3 e al Tg1, di cui è stato vicedirettore fra il 2006 e il 2009.

Credo che l’Europa sarà più forte solo se il Parlamento europeo sarà in grado di giocare un ruolo più importante. Dobbiamo essere tutti, comunque la pensiamo, impegnati nel costruire la casa della democrazia europea e questo Parlamento deve rappresentarla.David Sassoli
Ursula von der Leyen, David Sassoli
Ursula von der Leyen © Omer Messinger/Getty Images

Chi è Ursula von der Leyen

Ursula von der Leyen, 60enne e madre di sette figli, sostituirebbe Jean-Claude Juncker e diventerebbe la prima donna a ricoprire il ruolo di presidente della Commissione europea. Il padre è stato uno dei pionieri della Comunità europea del carbone e dell’acciaio e ha partecipato alla redazione del Trattato di Roma.

Lei ha studiato medicina ed è entrata in politica con la Cdu (lo stesso partito di Angela Merkel) nel 2000; dal 2005 in poi ha ricoperto diverse cariche ed è attuale ministro della Difesa. Ha suscitato notizia la sua riforma dell’esercito: ha promesso di assumere 14.300 nuove reclute entro il 2023. Secondo quanto ha dichiarato, tra i suoi obiettivi ci sono gli “Stati Uniti d’Europa”, ovvero la trasformazione dell’Unione europea in una federazione.

Anche Christine Lagarde, l’attuale direttrice del Fondo monetario internazionale, sarebbe la prima donna a guidare la Banca centrale europea, il cui presidente odierno è Mario Draghi.

Foto in apertura © Frederick Florin/Afp/Getty Images
Articoli correlati