Rimedi naturali

Non confondiamo il naturopata con il medico

In Italia la figura professionale del Naturopata genera ancora confusione, anche se in tutta Europa non necessariamente deve essere un medico.

In Germania si chiamano Heilpraktiker e nella stragrande maggioranza dei casi non sono medici, lo stesso vale per la Svizzera, la Spagna, la Francia, l’Inghilterra, l’Olanda e il Belgio.

Il naturopata

Innanzitutto non bisogna perdere di vista il significato ed il concetto olistico del termine “naturopata” che si riferisce ad un professionista che opera autonomamente e senza pseudonimo nel campo delle tecniche naturali e nella loro applicazione, avvalendosi di metodiche non invasive e considerate prive di interesse scientifico dalla cosiddetta “medicina ufficiale” o “allopatica”, quali per esempio l’iridologia e tecniche di riflessologia non agopuntoria.

naturopata
Il naturopata è un professionista che opera autonomamente e senza pseudonimo nel campo delle tecniche naturali e nella loro applicazione © SnapbyThree MY/Unsplash

Rimedi naturali

Gli squilibri dell’omeostasi (leggi: equilibrio psico fisico e bioenergetico) vengono intesi e valutati in senso energetico e in un contesto di carenza della forza o dinamica vitale che se trascurato genera reazioni che inducono veri e propri stati patologici. Il naturopata non interviene direttamente su uno stato di malattia ma grazie a molte tecniche cosiddette “dolci” e con l’ausilio di rimedi naturali e adeguati consigli sollecita i processi detti di autoguarigione del corpo.

Non formula diagnosi in senso clinico essendo questo compito del medico ma in senso energetico, e la malattia viene vista come un segnale di disagio del corpo che può essere indotto da stili di vita e nutrizionali inadeguati, inquinamento ambientale anche a livello emotivo e spirituale. Attento e sensibile a tutte le manifestazioni corporee sia in senso fisico che spirituale, è un educatore nel campo della prevenzione e riconosce quando gli si presentano situazioni non di sua competenza professionale indirizzando gli interessati alla figura professionale sanitaria preposta.

Naturopatia in Italia

In altri paesi come la Germania una legge in vigore fin dal 1939 prevede la formazione professionale di naturopati non medici che talvolta collaborano con medici curanti dei loro clienti e con ospedali opportunamente strutturati e convenzionati. Al rimborso delle cure sostenute provvedono più frequentemente assicurazioni private stipulate dal cliente. In Italia siamo in attesa di approvazione di disegni di legge per il riconoscimento ufficiale di questa importante figura professionale.

Alla luce delle leggi vigenti nel nostro paese il naturopata non medico può esercitare liberamente la professione e le persone che gli si rivolgono vengono informate del fatto di non trovarsi in presenza di un medico e che quindi le valutazioni espresse e gli eventuali consigli non avvengono in questo contesto. I consigli impartiti poggiano quindi sul consenso informato del richiedente e sulla sua legittima libertà di scelta terapeutica nel rivolgersi al professionista che ritiene essere più indicato.

di Fabrizio Minisini

Articoli correlati