Cosmesi naturale

Gli oli essenziali per i massaggi: i più usati, i più efficaci, quali virtù hanno

Quando ci concediamo un massaggio, spesso possiamo scegliere quali oli essenziali abbinare. Non è solo questione di “profumo buono” o di gusti: ognuno ha precise caratteristiche e funzioni. Vediamole insieme.

Scegliere i giusti oli essenziali per fare un massaggio può essere fondamentale: non si tratta solo di una questione di “profumo buono” o di gusti: ogni olio ha infatti precise caratteristiche olfattive, che possono aumentare il benessere, e cosmetiche, per tonificare o nutrire la pelle.

Ad esempio, se ci regaliamo un massaggio rilassante, è bene scegliere un olio essenziale distensivo e rasserenante, ma non solo: possiamo unire l’utile e il dilettevole con un olio con specifiche proprietà cosmetologiche, in modo da approfittare della sua funzione elasticizzante, o antietà, o idratante.

Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Oli essenziali, massaggio
Gli oli essenziali sono perfetti per differenti tipi di massaggio.

Prima del massaggio con gli oli essenziali: da sapere

Cos’è l’aromacologia

Nella scelta dell’olio “col profumo migliore” per il nostro benessere psicofisico, ci aiuta una disciplina con solide basi scientifiche, l’aromacologia.

Da non confondere con l’aromaterapia, che punta invece alla cura (terapia) di disordini e disturbi principalmente fisici, l’aromacologia si occupa di studiare gli effetti degli oli essenziali e, in senso più lato, dei profumi, dal punto di vista emozionale. Un aspetto che non va sottovalutato e che, dato importante, ha solide basi scientifiche: l’olfatto infatti è direttamente collegato a quella parte del cervello dove risiedono la memoria e gli istinti primordiali. Una volta raggiunti, si innescano meccanismi neurologici che favoriscono emozioni e comportamenti, riconducibili principalmente al rilassamento, alla sensazione di euforia, al desiderio sessuale e alla fiducia in se stessi. L’aromacologia nasce da studi relativamente recenti legati alle neuroscienze.

Qualità cosmetiche degli oli essenziali

Gli oli essenziali sono usati nei massaggi e nei trattamenti anche per le loro qualità cosmetiche. Ci sono gli oli emollienti e antietà: rosa, vaniglia, palmarosa e camomilla si prestano bene per trattamenti di bellezza antiage viso e corpo; per tornare in forma sono invece perfetti l’ylang-ylang e il sandalo. Per purificare, gli oli a effetto detox: rosmarino, lavanda, limone, menta piperita e tea tree sono ottimi per la pelle e per il cuoio capelluto.

Facciamo un test

Gli oli essenziali sono estratti naturali vegetali e derivano da fiori, foglie, frutti o legni. Sono ottenuti tramite distillazione a vapore, estrazione con solventi (metodi chimici) o metodi meccanici. Sono molto usati in profumeria e sono altamente concentrati, perciò prima di applicarli sulla pelle è bene fare un test di compatibilità cutanea, in modo da scongiurare irritazioni cutanee in caso di allergia.

Massaggi con gli oli essenziali: le finalità

Per prima cosa, è importante individuare la finalità del massaggio: se è rilassante e distensivo oppure se, viceversa, ha lo scopo di tonificare, riattivare ed energizzare. Sembrerà forse banale, ma è indispensabile scegliere un olio essenziale anche in modo coerente con il tipo di trattamento. L’olio essenziale deve essere diluito nell’olio da massaggio. Poche gocce saranno sufficienti per diffondere un aroma intenso, anche grazie al calore del corpo e a quello provocato dal massaggio manuale, e per un effetto benefico sulla mente e sulla pelle.

Via le tensioni: gli oli essenziali rilassanti ed equilibranti

Per ritrovare calma, serenità e sciogliere le tensioni, sono perfetti gli aromi floreali, delicati e avvolgenti come una coccola per spirito e corpo. Scopriamo insieme le proprietà aromacologiche distensive, assieme a quelle cosmetiche, degli oli essenziali più efficaci.

Rosa

Amato dalle donne, è il profumo femminile e romantico per eccellenza. Uno dei motivi può risiedere nelle sue proprietà rasserenanti, ansiolitiche e antidepressive, ma anche afrodisiache. Oltre a tutte queste qualità positive sullo spirito, l’olio essenziale di rosa è favoloso per la pelle di viso e corpo: è antietà, antiossidante, rigenerante, perciò perfetto per le pelli non più giovani. Ottimo in abbinamento con l’olio di cocco o col burro di karité. Una sola raccomandazione: non è indicato durante la gravidanza.

L'olio essenziale di rosa ha virtù antiage - Ingimage
L’olio essenziale di rosa ha virtù antiage – Ingimage

Vaniglia

Dolce, goloso e avvolgente, è molto rilassante e antistress, nonché blandamente afrodisiaco. Sulla pelle, ha spiccate virtù antiossidanti, perciò quest’olio essenziale è molto utile nei trattamenti e nei massaggi antiage, in quanto la sua attività contrasta la formazione dei radicali liberi e ripara i danni che l’epidermide ha subito. Ottimo, dunque, per viso e corpo: per quest’ultimo, l’olio essenziale di vaniglia è perfetto diluito in olio di jojoba.

Ylang-ylang

Inebriante, vellutato e ricercato, questo è probabilmente l’olio essenziale più afrodisiaco, oltre ad essere rasserenante e distensivo. Oltre a queste virtù aromacologiche, ne ha anche di curative a livello epidermico, in quanto svolge un’azione equilibrante sull’iperproduzione sebacea, accanto a un’azione dolcemente antibatterica: è dunque perfetto per il trattamento delle pelli grasse o impure. Inoltre, si presta anche come alleato anticellulite, perché aiuta a stimolare la circolazione. Ultimo beneficio, sul cuoio capelluto: l’olio essenziale di Ylang-ylang stimola la crescita dei capelli e li rende più forti.

Rosmarino

Non è utile solo in cucina, anzi! L’olio essenziale di rosmarino è molto efficace per purificare e detossinare, ma anche per lenire e sciogliere le tensioni. Ottimo per massaggi al cuoio capelluto, in caso di forfora o prurito, si presta bene anche per trattare la pelle impura di viso e corpo. Contemporaneamente, è rasserenante a livello mentale.

Lavanda

Uno dei più efficaci oli rilassanti, piace praticamente a tutti, anche agli uomini. Ha effetti benefici sia sulla mente sia sulla pelle: è antisettico, lenitivo e antibatterico, mentre a livello emotivo è calmante e rasserenante. Inoltre, si presta bene a massaggi sul viso in quanto aiuta a trattare l’acne e gli esiti cicatriziali, ma risulta efficace anche nella cura della caduta dei capelli: sceglietelo per un massaggio riattivante al cuoio capelluto. La sua azione rilassante è preziosa anche per i massaggi decontratturanti, per alleviare le tensioni muscolari.

oli essenziali, lavanda
Dalla lavanda si ottiene un olio essenziale rilassante e versatile.

Camomilla

Fiorito, fruttato e rassicurante, l’olio essenziale di camomilla è uno dei più versatili, in quanto ha sì proprietà calmanti e blandamente sedative, ma è anche antinfiammatorio, antibiotico e analgesico, perciò perfetto per chi pratica attività sportiva o soffre di crampi muscolari. Funziona bene anche come antidepressivo ed è molto amato dalle donne che soffrono di sindrome premestruale.

Limone

Un altro jolly nel mondo degli oli essenziali, il limone trasmette equilibrio perché è rasserenante, antistress e contemporaneamente mette di buonumore. Risulta efficace nell’alleviare il mal di testa. A livello epidermico, contribuisce a detossinare, purificare la pelle, regolando la produzione sebacea. Analogamente è molto indicato per i massaggi al cuoio capelluto, soprattutto per chi soffre di forfora o di perdita dei capelli. Perfetto anche per le donne in gravidanza, in quanto tiene a bada la nausea.

Sandalo

Oltre ad avere un profumo aromatico molto gradevole, che piace anche agli uomini, l’olio essenziale di sandalo ha spiccate qualità cosmetiche. Agisce infatti come antinfiammatorio e antisettico, ma soprattutto ha effetti positivi sul sistema circolatorio ed è un valido coadiuvante nei massaggi snellenti o comunque volti al rimodellamento corporeo. Può anche minimizzare le smagliature e contribuire a rendere la pelle più tonica.

Come ritrovare energia e tono: gli oli essenziali euforizzanti

Mentre infondono buonumore, possono fare molto anche per il benessere di pelle e cuoio capelluto.

Arancio amaro o bergamotto

Ottimo come antidepressivo, tiene a bada l’ansia con un effetto riequilibrante sull’emotività, anche in caso di Sindrome premestruale. A livello epidermico, è molto utile per le pelli impure in quanto regola l’eccessiva produzione sebacea, ha un’azione antimicrobica e minimizza le cicatrici da acne. Non è però utile solo per le pelli giovani: l’olio essenziale di bergamotto agisce positivamente anche sulla melanina ed è in grado di ridurre le macchie brune, che altro non sono se non concentrazioni irregolari di melanina.

oli essenziali, agrumi
Gli oli essenziali agli agrumi hanno proprietà euforizzanti, purificano e sono antimicrobici.

Palmarosa

Poco conosciuto, quest’olio essenziale è però molto versatile e valido per le sue virtù stimolanti e tonificanti, anche a livello mentale. Sulla pelle, svolge un’azione idratante e rigenerante, ma anche antinfiammatorio, cicatrizzante e lenitivo, il che lo rende perfetto per i massaggi al viso, siano essi su adolescenti affetti da acne, oppure persone non più giovani che desiderano un trattamento antietà.

Eucalipto

Ricorda subito i boschi e l’aria di montagna, perciò non può che essere uno dei migliori oli stimolanti e antistress. Sulla pelle ha un’azione antisettica e antibatterica simile a quella della lavanda. In più, l’eucalipto aiuta a ritrovare la concentrazione, perciò si rivela molto utile per un massaggio tonificante: avrà un ottimo effetto energizzante su corpo e mente.

Menta piperita

Sulla pelle ha un’azione corroborante e defaticante (il che la rende perfetta per gli sportivi), antisettica e astringente (ideale per pelli miste o a tendenza acneica), ma è a livello emozionale che la menta piperita dà il meglio di sé: aiuta ad allontanare la fatica fisica e mentale, ad alleviare lo stress e l’ansia. Un massaggio alle tempie con due gocce di quest’olio è un valido rimedio contro l’emicrania, ma è necessaria una raccomandazione: paradossalmente, un uso prolungato o eccessivo può causare mal di testa a chi non ne soffre abitualmente, perciò va utilizzato con parsimonia.

Tea Tree

Ottenuto dalla Melaleuca alternifolia, ha un profumo fresco, quasi pungente. Oltre a questo, ha spiccate proprietà disinfettanti, battericida e purificanti: aiuta a combattere acne, infiammazioni, forfora, eccessiva sudorazione e infezioni. Si può usare topicamente, semplicemente con l’aiuto di un dischetto di ovatta. Proprio poiché è molto attivo, non è adatto per le donne in gravidanza.

Tutte queste indicazioni (e molto altro) sono contenute nel saggio “Il grande libro del massaggio con gli oli essenziali” di Francesco Padrini, Edizioni De Vecchi, una lettura piacevole per tutti, anche per chi non è professionista del settore e desidera avvicinarsi al mondo degli oli essenziali e dell’aromacologia.

 

Articoli correlati
Ciglia più forti e belle con metodi naturali

Le vogliamo folte, lunghe e ben incurvate. Tant’è che spesso anche i mascara più tecnologici non riescono a soddisfarci totalmente. Possiamo però rinforzare le nostre ciglia e aiutarle a crescere meglio: vediamo insieme come

Depilazione: metodi naturali ed efficaci

I peli superflui, per le donne, sono un problema più grande rispetto alla cellulite. Eppure i modi per liberarsene sono molti. Pochi però sanno che ci sono anche metodi naturali, che in più funzionano molto bene: ecco i più efficaci