Polo Nord. Un mondo che scompare

Mondadori, Milano 2007 Il libro

Il cambiamento climatico. Il surriscaldamento del pianeta.
Più volte se n?è parlato.
Più volte s?è cercato di dare conto di una situazione
davvero disastrosa.

In genere però se ne parla in saggi noiosissimi,
accademici, specialistici, dove tabelle e tabelline, grafici
incomprensibili ed espressioni astruse allontanano i non addetti ai
lavori da temi così importanti.

E già, il surriscaldamento globale non è materia
per gli specialisti, ma riguarda tutti noi, perché gli
uomini stanno ?causando stravolgimenti radicali agli incredibili e
delicati meccanismi che sostentano tutti gli esseri viventi? come a
ragione sostiene Hamilton, direttore del WWF Iniziative per
l?Artico.

La regione che si sta surriscaldando più velocemente
rispetto al resto della terra è il Polo Nord.
L?Artico si sta sciogliendo. Polo Nord- Un mondo che scompare. Non
è solo un titolo. Purtroppo.

Le immagini di Mireille de la Lez e i testi di Fredrik Granath
sono un documento importante di quello che sta accadendo in questa
fragile e delicata zona.

Fotografie della vita reale di questo ecosistema. Orsi a caccia
con la mamma orsa; soli in distese di ghiaccio. Stagliati su
suggestivi panorami boreali. Uccelli, foche. E poi ancora
ghiacciai, tramonti, cieli stellati.
Vita al Nord insomma. Ma per quanto sarà vita?

?Perché stiamo rompendo l?incanto di questa poesia??
sembrano volerci dire queste fotografie.

Una nuova strategia di comunicazione. Perché le immagini
siano d?impatto più immediato rispetto ai pedanti saggi ai
quali siamo abituati.
Un libro fotografico interessante che vuole essere l?ennesimo
appello per la salvezza di questo pianeta!

Silvia
Passini

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.