Ravioli di zucca al rosmarino e timo

In questa ricetta il gusto raffinato dei ravioli di zucca viene esaltato dalle erbe aromatiche. Pronti a usare il mattarello?

Ingredienti per i ravioli di zucca

Per la pasta:

Per il ripieno:

  • purea di zucca (ottenuta cuocendo 700 g di zucca in forno a 160° fino a quando si sarà ammorbidita)
  • noce moscata
  • cannella
  • un pizzico di sale e pepe

Per il condimento:

  • olio extravergine di oliva (o burro di panna fresca)
  • rosmarino
  • timo
farina e uova per ravioli
Sbattere le uova e utilizzare una grande ciotola per versare la farina a fontana © Ingimage

Preparazione

In una piccola ciotola sbattete le uova, il sale e l’olio d’oliva; in una grande ciotola versare la farina a fontana e aggiungere al suo interno le uova. Mescolare con una forchetta o con le mani per amalgamare tutto insieme fino a quando il composto di uova viene assorbito e la pasta forma una palla appiccicosa. Infarinare le mani e dividere l’impasto in tre pezzi separati. Impastare ogni pezzo in modo da ottenere una palla liscia. Avvolgere gli impasti nella pellicola per alimenti e mettere in frigo per qualche ora. Nel frattempo speziare la purea di zucca con la cannella e la noce moscata. Stendere la palla di pasta e tagliarla a forma di quadrotti o nella forma preferita. Prima di aggiungere il ripieno, stenderli bene. A questo punto versare il composto di zucca e posizionarci sopra un altro quadrotto di pasta. Chiudere i bordi di ogni raviolo premendo con i rebbi della forchetta.

sfoglia ravioli di zucca
I ravioli di zucca vanno cotti per pochi inuti e scolati al dente © AmandaMarshall

Una volta che i ravioli sono pronti metterli in una pentola di acqua bollente salata e cuocere per pochi minuti, facendo attenzione di scolarli al dente servendosi di una schiumarola. Eliminare bene l’acqua. Scaldare l’olio extravergine (o a piacere, il burro) in una pentola, aggiungendo il rosmarino e il timo. Far insaporire senza bruciare. Versare il condimento sopra i ravioli quando saranno cotti. Servire aggiungendo un po’ di parmigiano reggiano nel piatto.

Articoli correlati