La foto dell’assassino dell’ambasciatore in Turchia vince il World press photo 2017

Il fotografo turco Burhan Ozbilici ha catturato il momento in cui è stato assassinato l’ambasciatore russo in Turchia, vincendo il concorso fotografico World press photo 2017.

Mevlüt Mert Altintaş, un poliziotto ventiduenne fuori servizio, ha appena assassinato l’ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov. È il 19 dicembre 2016 e l’inaugurazione di una mostra d’arte nella capitale turca di Ankara si trasforma nello scenario di un delitto di stato. Lo scatto è di Burhan Ozbilici, fotografo turco dell’agenzia Associated press. Gli occhiali dell’ambasciatore ucciso e il suo corpo senza vita e senza volto, sullo sfondo. In primo piano l’espressione rabbiosa dell’assassino con l’arma del delitto ancora in mano. Potrebbe sembrare la scena di un thriller politico, invece è il momento drammatico e reale catturato da Ozbilici.

world press photo 2017
An Assassination in Turkey. Vincitore assoluto del World press photo of the year e vincitore Spot news storie © Burhan Ozbilici, The Associated Press/World press photo contest 2017

Le foto vincitrici del World press photo 2017

Ogni anno, da 60 anni, il World press photo of the year premia quei fotografi che hanno saputo catturare gli eventi e le storie più importanti dal punto di vista giornalistico dell’ultimo anno – sia attraverso scatti singoli, sia attraverso storie fotografiche. L’annuncio delle foto vincitrici dell’edizione 2017 è avvenuto il 13 febbraio ad Amsterdam, capitale dei Paesi Bassi, dove ha sede la fondazione omonima che organizza uno dei principali concorsi di fotografia al mondo. La giuria dell’edizione 2017, composta da fotogiornalisti e fotografi documentaristici di fama internazionale, era presieduta da Stuart Franklin dell’agenzia Magnum photos.

Lo scatto vincitore di Burhan Ozbilici

“La foto dell’anno è una foto esplosiva che esprime l’odio che caratterizza i nostri tempi”, questo il commento di Mary Calvert, membro della giuria. “Quest’uomo ha chiaramente raggiunto il suo limite e il suo modo di esprimerlo è quello di assassinare qualcuno che rappresenta un paese a cui attribuisce la colpa per quello che sta succedendo nella regione”, così il membro della giuria João Silva contestualizza l’atto violento e disperato dell’attentatore: “Questo è il volto dell’odio”.

Tra le altre foto segnaliamo quella che ha vinto nella sezione Natura: Caretta Caretta Trapped di Francis Pérez che mostra una tartaruga marina intrappolata in una rete da pesca al largo della costa di Tenerife, nelle isole Canarie, in Spagna. Lo stato di conservazione di questa specie è considerato vulnerabile dall’Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn).

caretta caretta
Caretta Caretta Trapped. Nature, vincitore © Francis Pérez/World press photo contest 2017

4 milioni di persone in 45 paesi

Il vincitore assoluto Ozbilici si è aggiudicato un premio di 10mila euro e una selezione di attrezzatura fotografica della Canon. L’edizione del 2017 ha visto la partecipazione di 80.408 scatti inviati da 5.034 fotografi di 125 nazionalità. I vincitori nelle varie categorie sono stati 45 di 25 paesi. La cerimonia di premiazione si è tenuta tra il 20 e il 22 aprile ad Amsterdam, città che ospita anche la prima mostra delle foto vincitrici di quest’anno a partire dal 14 aprile. Gli scatti, che sono visti in media da più di 4 milioni di persone ogni anno, faranno poi il giro del mondo toccando 45 paesi.

Articoli correlati