A Milano si gira con le elettriche, grazie a “e-vai”

Attivo a Milano il nuovo servizio di car sharing elettrico “e-vai”. 20 vetture elettriche e cinque colonnine per la ricarica, per girare silenziosamente e a zero emissioni.

Il progetto è nato su impulso della Regione Lombardia e
dalla collaborazione tra Trenitalia – LeNORD e
Sems (società del Gruppo FNM che opera nei servizi di
mobilità sostenibile). “Inauguriamo oggi il primo e
più importante servizio europeo di
car sharing
ecologico – ha dichiarato Roberto
Formigoni, presidente della Regione – primo in Europa interamente
elettrico, primo in Europa di questa complessità”.

È infatti previsto per la prossima primavera l’estensione
del servizio a Varese e Como. “Entro due anni – continua Formigoni
– saranno quaranta le stazioni disponibili in Lombardia”.

Per ora il parcheggio dei mezzi “e-vai” si trova a Milano
Cadorna
, parallelo al binario 1, dove arrivano i
Malpensa Express. 20 vetture elettriche tra cui Fiat 500, Panda e
Teener (un
quadriciclo a due posti) e cinque colonnine per la ricarica,
saranno a disposizione di tutti i cittadini.

L’idea è quella di mettere a disposizione dei pendolari e
degli stessi milanesi, un servizio che li porti in città
tramite il treno, per poi spostarsi con l’auto a noleggio,
elettrica e a zero emissioni. Un servizio intermodale competitivo e
alternativo al mezzo privato.

Come iscriversi

Per usufruire del servizio basta presentarsi personalmente presso
la postazione dedicata in via Metastasio, all’ingresso del Malpensa
Express, muniti di patente di guida valida e una carta di credito
per sottoscrivere la quota di adesione di 100 Euro.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Una volta iscritti si potrà prenotare le vetture sia alla
postazione dedicata che per telefono, al numero verde 800.500.005.
Da marzo 2011 sarà inoltre possibile prenotare il mezzo via
internet. I prezzi variano da 5 Euro per la prima ora, 8 per due
ore e 10 per tre ore con una in omaggio.

Una volta noleggiata l’auto si potrà circolare liberamente
per la città, utilizzando le corsie preferenziali, entrando
anche nelle ZTL e parcheggiare gratuitamente nelle “striscie
blu”.

 

Articoli correlati