Bedlington, il cane “pecorella” perfetto per gli allergici

Il bedlington, con la sua caratteristica testa a pera, sembra una pecorella. Il suo pelo riccio e duro è perfetto per chi soffre di allergie.

Il bedlington terrier è un cane che non passa certo inosservato. A prima vista, sia per la conformazione del suo cranio a forma di pera che per il pelo fitto e arricciato, sembra proprio di stare osservando una pecorella invece che un esemplare canino. Un’altra interessante caratteristica fisica di questa razza è che il colore del tartufo e degli occhi cambia sulla base del colore del mantello.

bedlington che dorme in un prto
Il bedlington è un cane che ama le passeggiate all’aria aperta © Pixabay

L’origine della razza

Il bedlington è di origini britanniche ed è nato dalla selezione di tre razze, il dandie dinmont, l’otterhound e il whippet. Il risultato finale è stato un cane di tipo terrier dal corpo slanciato e dalla classica schiena arcuata tipica dei levrieri.

Le opinioni sulle sue origini sono numerose. Una ipotesi sostiene che i primi soggetti furono importati dall’Olanda da alcuni tessitori verso la fine del 1.800. Gli studi più recenti hanno comunque stabilito che la culla di questa razza sia stato invece il nord dell’Inghilterra ai confini con la Scozia.

I bedlington venivano utilizzati principalmente per la caccia alle lepri, alle volpi e ai conigli, talvolta insieme al bracchetto beagle, ai giorni nostri noto come il compagno di fumetti di Charlie Brown. Si trattava, insomma, di un animale utile alla vita quotidiana rurale, come il più famoso welsh corgi pembroke. Nel tempo la morfologia di questi cani si è evoluta. Il bedlington è, infatti, diventato più alto e longilineo rispetto ai primi esemplari, conquistando a poco a poco l’aspetto odierno.

bedlington
Il mantello del bedlington necessita solo di qualche spazzolata periodica dato che, anche durante la muta, questi cagnolini perdono poco pelo © Leon Neal/Getty Images

Il carattere e le attitudini del bedlington 

Il bedlington è un ottimo cane di famiglia. Amichevole e attento verso i bambini, ha un basso istinto predatorio che lo rende perfetto anche in ambito metropolitano: “Il cane pecorella, per certi versi buffo e caratteristico per la sua estetica, è un terrier non molto diffuso e poco conosciuto. Si dice incrociato con il levriero e il whippet e ancora oggi ne porta i tratti slanciati. Si tratta di una razza dalla corporatura leggera e agile adatta a persone dinamiche e sportive. Nella sua categoria il bedlington è il terrier che meglio si adatta alle famiglie e a chi ha altri cani o gatti con cui socializza presto e senza problemi”, spiega Bruno Ferrari, educatore cinofilo. La razza ha, comunque, bisogno di esercizio quotidiano e di frequenti passeggiate per tenere sotto controllo la sua innata vivacità.

bedlington
Il bedlington è un cane longevo: può arrivare ai 15/16 anni © Pixabay

La salute e le cure quotidiane

Il bedlington è un cane sano e longevo. Spesso questi cagnolini sfiorano i 15/16 anni di vita senza problemi. Non si conoscono particolari patologie ereditarie e genetiche a carico di questa razza. Qualche volta però  possono essere cagionevoli per quello che riguarda la funzionalità del fegato. Controlli veterinari in tal senso sono certamente auspicabili per il benessere e la vitalità del cane pecorella.

Il bedlington non ha bisogno di particolari cure quotidiane. Il suo mantello necessita solo di qualche spazzolata periodica dato che, anche durante la muta, questi cagnolini perdono poco pelo. Una particolarità importante della razza secondo studi dell’American kennel club, infatti, è quella di essere adatta a coloro che hanno problemi di allergia ai peli di cane. E il motivo probabilmente sta proprio nella tessitura del mantello – riccio e spesso – che porta il cane pecorella a essere un compagno ideale anche per l’esercito degli allergici.

Articoli correlati