Beppe Sala al Superstudio Più di via Tortona. Così Milano coniuga creatività e sostenibilità

Cos’ha Milano più di altre città? Riesce a coniugare creatività e sostenibilità. Il Superstudio Più di via Tortona 27, dove si svolge fino al 12 maggio la mostra Smart City, ha ricevuto la visita del sindaco di Milano Beppe Sala.

Milano è un esempio anche per la politica nazionale: includere la sostenibilità nell’agenda politica è fondamentale per rispondere alle sfide sociali, ambientali ed economiche di oggi.

Nella cornice del Superstudio Più di via Tortona 27, a Milano, dove fino al 12 maggio si svolge la mostra Smart City: Materials, Technology & People, Beppe Sala ha precisato ancora meglio il ruolo di Milano e di un’amministrazione comunale attenta e impegnata sui temi al centro dell’attenzione internazionale, non solo durante questa design week.

“Cos’ha Milano più di altre città? – ha spiegato il sindaco di Milano – Riesce a coniugare creatività e sostenibilità. Ci sono alcune priorità di cui può e deve occuparsi l’amministrazione: una, dare agli studenti universitari, anche stranieri, alloggi, case, abitazioni. Due, recuperare con strumenti urbanistici zone della città, magari con una particolare vocazione. La design week è, appunto, una settimana: ma dietro c’è un anno di lavoro, industria, creatività“.

Smart City al Superstudio Più di via Tortona 27

Gli spazi di Superstudio Più hanno accolto i visitatori dei due eventi organizzati da Material ConneXion Italia: Materials Village, nell’art garden durante la design week, e la mostra Smart City: Materials, Technology & People, fino al 12 maggio in via Tortona 27.

Intervista live a cura di Mara Budgen.
L’intervista è stata realizzata in collaborazione con gli studenti del Micri–Master in Comunicazione per le Relazioni Internazionali – Iulm, Milano, nell’ambito del progetto Design4Climate Action.
Articoli correlati