Tempo di bilancio. I petrolieri guadagnano miliardi

Pubblicati i bilanci dei principali produttori di petrolio. Il fatturato raggiunge cifre astronomiche ed è in constante crescita.

Total: utile netto a 2,6 mld di euro nel primo trimestre

ADB e Borse.it – 30 aprile 2010 – Crescita a doppia cifra per i profitti di Total nel primo scorcio di 2010. Il gruppo petrolifero transalpino ha riportato nel primo trimestre 2010 un utile netto di 2,6 mld di euro, +14% rispetto all’analogo trimestre 2009. Al netto delle imposte straordinarie l’utile risulta di 2,3 mld di euro (+9%). La produzione upstream si è attestata a 2,43 mln di barili al giorno, in crescita del 4,55 rispetto al primo trimestre 2009.

Exxon Mobil, utile primo trimestre +38% ma sotto stime analisti Houston, 29 aprile (Reuters) – Exxon Mobil Corp (Esso) ha annunciato profitti in aumento del 38% nel primo trimestre. L’utile netto ha raggiunto i 6,3 miliardi di dollari, 1,33 dollari ad azione, contro i 4,55 miliardi, 92 centesimi per azione, del primo trimestre 2009.

Royal Dutch Shell: nel primo trimestre +57% profitti


11:12 – 28 aprile 2010 – Il colosso petrolifero, Royal Dutch Shell, ha riportato una crescita dei profitti del 57% nel primo trimestre del 2010 grazie al rimbalzo dei prezzi del petrolio e al miglioramento dei margini di raffinazione. Nel dettaglio, l’utile netto è salito a quota 5,48 miliardi di dollari rispetto ai 3,49 miliardi di dollari realizzati nello stesso periodo dell’anno precedente.

BP: trimestrale, utile raddoppia a 6 mld


27 aprile, 10:32 – Ansa – 27 aprile – British Petroleum ha chiuso il primo trimestre con un utile più che raddoppiato grazie al rialzo dei prezzi petroliferi. L’utile netto del primo trimestre – si legge in una nota – è balzato a 6,08 miliardi di dollari, pari a 32 centesimi per azione, dai 2,56 milioni di un anno prima, risultando superiore alle stime degli analisti. BP è responsabile della piattaforma che sta provocando una perdita di 1.000 barili al giorno nel Golfo del Messico.

Eni: utile netto in crescita nei primi 3 mesi del 16,7% annuo

Roma, 23 aprile 2010- Il Cda di Eni ha esaminato i risultati consolidati del primo trimestre 2010; l’utile operativo adjusted si è attestato a 4,33 miliardi, +15,4% rispetto al primo trimestre 2009; l’utile netto adjusted è stato pari a 1,82 miliardi, +3,6% annuo, e l’utile netto ha messo a segno un rialzo del 16,7% a 2,22 miliardi. La produzione di idrocarburi è cresciuta del 2,1% a 1,816 milioni di barili/giorno mentre le vendite di gas sono scese del 5,7% a 30,51 miliardi di metri cubi. Per il 2010, la società prevede una leggera ripresa dei consumi mondiali di petrolio ed un prezzo medio del marker Brent di 76 dollari/barile.

Erg: il bilancio 2009 evidenzia un utile di 698 milioni di euro 15 aprile 2010

L’Assemblea degli Azionisti di Erg S.p.A. ha approvato il Bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2009, con un utile di 698 milioni.

Articoli correlati
Shell la deve pagare

La National oil spill detection and response agency (Nosdra) ha confermato che la perdita è stata causata da una falla in un tubo flessibile per l’esportazione del petrolio. Circa 40mila…

Il delta del Niger vale (solo) 1 miliardo

La regione più colpita è quella di Ogoniland, in Nigeria. Dopo 14 mesi di raccolta dati e ricerca in oltre 200 località, gli osservatori dell’ONU hanno stabilito che le perdite…

Sardegna,

Decine di migliaia di litri di olio combustibile – e non “solo” diecimila come inizialmente annunciato – sarebbero finiti in mare a Porto Torres (SS) martedì 11 gennaio durante le…

Scoperto il petrolio in Groenlandia. E ora?

La Groenlandia sta per diventare la “nuova Eldorado” per le compagnie petrolifere di mezzo mondo. La scozzese Cairn Energy, infatti, dopo aver precedentemente comunicato la scoperta di un giacimento di gas naturale nella regione sotto il controllo danese, ha annunciato la presenza di petrolio nelle acque incontaminate del Mare di Groenlandia.