Risparmio energetico

Biro il robot che aiuta a tagliare la bolletta della luce

Studia le abitudini energetiche della famiglia ed è pensato per aiutare l’utente a ridurre gli sprechi e tagliare la bolletta fino al 30 per cento.

Per chi è nato o cresciuto negli anni ’80, certamente ricorda i primi robot giocattolo, in grado di parlare, raccogliere oggetti, registrare suoni. E oggi il robot potrebbe anche dirci come risparmiare sulla bolletta della luce: verrà infatti lanciato a breve sul mercato (entro fine anno) Biro, un piccolo gioiello della robotica e dell’analisi energetica.

biro il robot
Ecco il modello di Biro.

L’idea viene dal professore Marco Santarelli, esperto in analisi delle reti, associato al Cnr e responsabile del gruppo di ricerca del Polo “Analisi delle reti” presso l’Unich (Università degli studi di Chieti e Pescara), oltre che collaboratore storico  di Margherita Hack, con la quale ha partecipato a svariate pubblicazioni.

“In pratica Biro fa la diagnosi energetica della casa”, spiega Santarelli. “È capace di accedere ai dati storici della famiglia e tramite un algoritmo creato appositamente, di studiare i comportamenti energetici nel giro di un mese”.

c41e4668-fc36-44a0-a89b-ecca487d1cf4

Biro il robot equipaggiato con pannelli fotovoltaici

Alto 35 centimetri, è dotato di due sensori (al posto degli occhi) in grado di analizzare e capire come, quanto e perché viene utilizzata l’energia elettrica domestica. “Il robot rileva la presenza delle persone in casa e capisce quando le luci sono accese o spente”, spiega Santarelli. “Alla fine del mese di raccolta dati, il robot li trasmette via wireless e tramite Gps al nostro server centrale, che calcola la scheda energetica domestica”. La novità sta proprio in questo: si arriva ad avere una mappatura energetica completa della casa e delle abitudini energetiche.
L’utilità del robot non finisce qua, perché dopo la “fotografia energetica” della nostra casa, verrà fornita una guida su come intervenire per ridurre le spese energetiche domestiche.

 

biro il robot
L’inventore di Biro, Marco Santarelli.

Santarelli spiega che Biro è il primo progetto, dedicato alle famiglie e ai piccoli consumatori, mentre l’obiettivo vero e proprio è di arrivare alla aziende: “Per questo stiamo lavorando su un automa dalle forme umanoidi pensato per le aziende, in grado di muoversi e parlare”. E accompagnare così gli energy manager a risparmiare sulla bolletta della luce.

Un oggetto ludico, certo. Ma dalle finalità “eco”, perché può aiutare le famiglie a ridurre i consumi energetici, la bolletta della luce e quindi i costi domestici. Insomma, potrebbe essere un regalo intelligente che piacerebbe certamente ai più piccoli, e perché no agli adulti e uno strumento utile a divulgare l’importanza del risparmio energetico.

Articoli correlati