Lavarsi i denti rispettando l’ambiente, Colgate lancia il primo tubetto di dentifricio di plastica riciclabile

L’azienda ha inoltre annunciato che condividerà la tecnologia utilizzata nella produzione del nuovo tubetto con i competitor.

L’enorme quantità di plastica che viene riversata ogni anno negli oceani di tutto il mondo ha un grave impatto sia ambientale, minacciando la sopravvivenza di numerose specie, che economico, costa infatti alla società miliardi di dollari ogni anno mettendo a rischio i servizi ecosistemici offerti dagli oceani.

Scopri LifeGate PlasticLess, un mare di idee contro un oceano di plastica

La lotta alla plastica è una sfida globale che deve essere affrontata dai governi ma anche dalle imprese. Proprio per cercare di ridurre il consumo di plastica, Colgate-Palmolive, azienda leader nei prodotti di consumo a livello globale, ha realizzato un nuovo dentifricio confezionato in un tubetto di plastica riciclabile.

Rifiuti di plastica su un litorale delle Maldive
Secondo un recente studio la plastica è presente in almeno 116 specie animali che vivono nel Mediterraneo © Carl Court/Getty Images

L’impatto ambientale del dentifricio

Si stima che ogni anno, in tutto il mondo, vengano gettati circa venti miliardi di tubetti di dentifricio. Per questo il nuovo tubetto realizzato da Colgate, per il dentifricio chiamato Smile for good, potrebbe contribuire notevolmente a ridurre la produzione di plastica non riciclabile. I tubetti tradizionali sono infatti realizzati con fogli di laminato di plastica, solitamente una combinazione di plastiche, che avvolgono un sottile strato di alluminio. Questa combinazione di materiali rende impossibile riciclarli in modo convenzionale.

Leggi anche: L’inquinamento da plastica ha ucciso oltre mezzo milione di granchi eremita

Il primo tubetto riciclabile in Italia

Smile for good utilizza invece polietilene ad alta densità (Hdpe), la plastica usata per produrre, ad esempio, i contenitori per il latte o altre bottiglie di plastica, che viene già largamente riciclata. L’effettiva riciclabilità del prodotto è stata certificata dalla Association of plastic recyclers (Apr) e dalla RecyClass, enti che si occupano di definire gli standard di riciclabilità in Nord America e in Europa.

 

“Nonostante il polietilene ad alta densità sia troppo rigido per creare un tubetto di dentifricio spremibile, gli ingegneri Colgate hanno trovato il modo di combinare diversi spessori di laminati Hdpe in un unico tubo che incontra gli standard di riciclo, protegge il prodotto, soddisfa le richieste di rapidità di produzione e resta facile da schiacciare”, ha dichiarato l’azienda in un comunicato.

Leggi anche: La macchina di Ocean Cleanup funziona, sta raccogliendo con successo la plastica oceanica

Condividere in nome dell’ambiente

L’azienda, per accelerare la transizione a un’economia circolare, ha inoltre scelto di condividere la tecnologia del nuovo tubetto riciclabile con i suoi concorrenti. “Colgate intende rendere i tubetti riciclabili parte dell’economia circolare, facendo in modo che la plastica venga riutilizzata e non diventi un rifiuto – ha dichiarato Noel Wallace, Ceo e presidente di Colgate Palmolive -. Se riusciremo a renderli uno standard fra tutte le aziende del settore, vinceremo tutti. Vogliamo che tutti i dentifrici, e in definitiva tutti i tipi di tubetto, soddisfino gli stessi requisiti di riciclabilità che noi abbiamo raggiunto. Possiamo tutti allinearci a questi standard per quanto riguarda le confezioni e continuare a competere sul prodotto all’interno.”

Il nuovo spazzolino Colgate Bamboo
Il lancio di Smile for good, che include anche l’introduzione sul mercato del nuovo spazzolino Colgate Bamboo, mostra l’impegno dell’azienda sul fronte della sostenibilità, con l’obiettivo di raggiungere il 100% di packaging riciclabili entro il 2025 © Colgate-Palmolive

Un dentifricio sincero

Il dentifricio Smile for good, oltre ad essere contenuto in un tubetto riciclabile, è caratterizzato da un numero minimo di ingredienti, quasi totalmente naturali. Gli ingredienti contenuti nella pasta, per la prima volta, sono indicati e spiegati uno ad uno sul fronte della scatola. Inoltre, ha specificato Colgate, “la lista corta degli ingredienti non include Sls, TiO2 o saccarina ed è stata certificata dalla Vegan society, da Fsc e EcoCert”.

Articoli correlati