Colombia, nuovo accordo di pace tra governo e Farc

Dopo che lo scorso ottobre il popolo colombiano aveva respinto l’accordo tra il governo e i guerriglieri, il nuovo trattato di pace, riveduto ed emendato, dovrebbe essere firmato giovedì.

Giovedì 24 novembre, finalmente, il governo colombiano e i guerriglieri delle Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) firmeranno il nuovo accordo di pace. Dopo oltre cinquanta anni di guerra, quattro anni di trattative e un accordo che sembrava essere fallito dopo il referendum dello scorso ottobre, la Colombia potrebbe raggiungere la tanto agognata pace.

I colombiani festeggiano il nuovo accordo di pace
Il nuovo accordo di pace dovrebbe porre fine definitivamente a uno dei conflitti più sanguinosi dell’America Latina, durato oltre mezzo secolo (Photo credit should read RAUL ARBOLEDA/AFP/Getty Images)

Una guerra interminabile

Il conflitto tra i guerriglieri comunisti e le forze governative, iniziato nel 1964, ha provocato oltre 260mila vittime. Le Farc sono nate negli anni Sessanta per proteggere le comunità di agricoltori dai paramilitari e con l’obiettivo di rovesciare lo stato colombiano e instaurare un governo marxista.

Storico trattato di pace tra Farc e governo

Lo scorso agosto all’Avana, a Cuba, si sono svolte le trattative per l’accordo di pace tra le due parti in causa. Al termine dell’incontro i delegati del governo della Colombia e delle Farc avevano dichiarato di aver raggiunto un accordo “integrale e definitivo”.

Accordo di pace tra governo colombiano e Farc
Stretta di mano tra il presidente colombiano Juan Manuel Santos e Rodrigo Londoño, noto come Timoshenko, il leader delle Farc, dopo l’accordo di pace raggiunto lo scorso agosto a Cuba (Photo credit should read LUIS ACOSTA/AFP/Getty Images)

Pace a rischio dopo il referendum di ottobre

L’accordo è stato poi sottoposto a un referendum nazionale, ribattezzato plebiscito por la paz. Contro le aspettative l’accordo di pace è stato respinto dagli elettori colombiani. Il 50,24 per cento dei cittadini aventi diritto al voto si è opposto all’accordo, ritenuto da molti troppo favorevole nei confronti dei membri delle Farc.

Votazioni per il referendum sulla pace in Colombia
Lo scorso ottobre ai colombiani è stato chiesto, “Sostieni l’accordo finale per terminare il conflitto e per la costruzione di una pace stabile e permanente?”. Contro le aspettative hanno vinto i sostenitori del “No” (Photo by Mario Tama/Getty Images)

Un nuovo accordo di pace

Nonostante il risultato del referendum le due parti in causa hanno continuato a lavorare, il presidente Juan Manuel Santos (che nel frattempo ha ricevuto il premio Nobel per la Pace 2016 proprio per la determinazione nel porre fine alla guerra civile) ha proseguito i negoziati con le Farc ed è stato redatto un nuovo accordo di pace. Dopo la bocciatura dell’accordo precedente sono stati fatti circa sessanta emendamenti al trattato, per renderlo più accettabile per gli elettori colombiani più conservatori.

Articoli correlati