Tutti i commissari europei dell’era Juncker oltre a Federica Mogherini

Oltre a Federica Mogherini, ci sono altri 26 commissari che guideranno l’esecutivo dell’Unione europea per i prossimi cinque anni. Scopriamoli insieme.

La nuova Commissione europea, l’organo esecutivo dell’Unione, composta da 27 commissari e presieduta dal lussemburghese Jean-Claude Juncker, 54 anni, ha avuto mercoledì 22 ottobre l’approvazione del Parlamento europeo con il voto favorevole di 423 deputati. 209 i contrari e 67 le astensioni. Ora la Commissione deve aspettare l’incarico formale da parte dei 28 capi di stato e di governo per “insediarsi” ufficialmente per cinque anni, il primo novembre.

 

Chi è il nuovo presidente

Prima di approdare alla Commissione, Juncker è stato primo ministro del Lussemburgo dal 1995 al 2013. Dal 2005 al 2013 è stato anche presidente dell’Eurogruppo, il centro di coordinamento che mette insieme i ministri di Economia e Finanza dei paesi che hanno adottato l’euro come moneta.

 

“Ho un contratto con il Parlamento europeo e intendo rispettarlo” ha detto Juncker ricordando che, per la prima volta quest’anno, i partiti che si sono presentati alle elezioni del 25 maggio scorso hanno fatto il nome del candidato alla presidenza della Commissione che avrebbero sostenuto in caso di vittoria. Juncker è stato il candidato espresso dal Partito popolare europeo (Ppe).

 

Una Commissione con poche donne

Durante la sua dichiarazione che ha aperto il dibattito con i gruppi politici prima del voto, Juncker ha affermato che “la nuova Commissione sarà molto politica” e ha ricordato il ruolo, innovativo rispetto al passato, dei vicepresidenti che potranno “coordinare, mettere insieme e organizzare le idee” del gruppo di commissari sotto la loro sfera di influenza. Tra questi c’è anche l’italiana Federica Mogherini che, oltre al ruolo di vicepresidente, ricopre uno degli incarichi più importanti: Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Inoltre ha ammesso che il numero delle commissarie è “patetico” visto che le donne sono solo 9.

La Commissione Juncker è così composta: Jean-Claude Juncker (Lussemburgo), presidente; Frans Timmermans (Paesi Bassi), primo vicepresidente e commissario per la migliore legislazione, le relazioni interistituzionali, lo stato di diritto e la carta dei diritti fondamentali; Federica Mogherini (Italia), vicepresidente e Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza; Kristalina Georgieva (Bulgaria), vicepresidente e commissario per il bilancio e le risorse umane; Valdis Dombrovskis (Lettonia), vicepresidente e commissario per l’euro e il dialogo sociale; Andrus Ansip (Estonia), vicepresidente e commissario per il mercato unico digitale; Jyrki Katainen (Finlandia), vicepresidente e commissario per il lavoro, la crescita, gli investimenti e la competitività; Maroš Šefčovič (Slovacchia), vicepresidente e commissario per l’unione energetica; Johannes Hahn (Austria), commissario per la politica di vicinato e l’allargamento; Marianne Thyssen (Belgio), commissario per l’occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità del lavoro; Neven Mimica (Croazia), commissario per la cooperazione internazionale e lo sviluppo; Christos Stylianides (Cipro), commissario per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi; Margrethe Vestager (Danimarca), commissario per la concorrenza; Pierre Moscovici (Francia), commissario per gli affari economici e monetari, la fiscalità e l’unione doganale; Günther Oettinger (Germania), commissario per l’economia e la società digitali; Dimitris Avramopoulos (Grecia), commissario per le migrazioni e gli affari interni; Phil Hogan (Irlanda), commissario per l’agricoltura e lo sviluppo rurale; Vytenis Andriukaitis (Lituania), commissario per la salute e la sicurezza alimentare; Karmenu Vella (Malta), commissario per l’ambiente, gli affari marittimi e la pesca; Elżbieta Bieńkowska (Polonia), commissario per il mercato interno, l’industria, l’imprenditoria e le piccole e medie imprese; Carlos Moedas (Portogallo), commissario per la ricerca, la scienza e l’innovazione; Jonathan Hill (Regno Unito), commissario per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e il mercato unico dei capitali; Věra Jourová (Repubblica Ceca), commissario per la giustizia, la tutela dei consumatori e l’uguaglianza di genere; Corina Creţu (Romania), commissario per la politica regionale; Violeta Bulc (Slovenia), commissario per i trasporti; Miguel Arias Cañete (Spagna), commissario per l’azione per il clima e l’energia; Cecilia Malmström (Svezia), commissario per il commercio; Tibor Navracsics (Ungheria), commissario per l’educazione, la cultura, la gioventù e la cittadinanza.

Articoli correlati