Il libro delle parole altrimenti smarrite

Ci sono persone che collezionano francobolli. Farfalle. Monete. Ma Sabrina D’Alessandro ha deciso di collezionare qualcosa di diverso.

Non ci pensiamo, ma le usiamo ogni giorno. Danno forma alle
cose e ai pensieri. A noi e ai nostri rapporti. Si dicono, si
pensano. Suonano in testa e nell’aria. Le parole.
Che musica!

 

In questo libro si trovano quelle che qualcuno, prima di noi,
usava quotidianamente e che oggi non usiamo più per via del
tempo, del costume, delle abitudini, della storia. L’
Ufficio Resurrezione parole smarrite” si occupa
proprio di dare la giusta cura, di proteggere e tutelare il loro
magico suono, le vibrazioni, gli accenti.

 

È una raccolta originale di parole, animata da uno
spirito giocoso, più che filologico, che fa trasparire tutto
l’amore e la curiosità per la lingua. Come
si legge? Passando dal catalogo dei ticchi e degli orrori, dalle
avventure amorose, tra le ingiurie di una coppia, al catalogo di
ciò che si nasconde nella pancia di un tiburone, dalle
attività di un perdigiorno, fino al riposo meritato. “A
zinzino”, con una lettura “quadrilarga”, “mutiprofonda” o ancora
“mutoparlante”. A voi la scelta.

 

Ad arricchire questo brillante libro ci sono anche delle
tavole illustrate realizzate dall’autrice “con il
contributo di immagini tratte da volumi antichi altrimenti
smarriti”. Sono deliziose, vedrete.

 

L’opera di Sabrina D’Alessandro ha a cuore la lingua. Ma non
solo, anche l’ambiente! Non dimentichiamo infatti che “Il libro
delle parole altrimenti smarrite” è a Impatto
Zero®
e che le emissioni generate sono state
compensate contribuendo alla creazione e alla tutela di foreste in
crescita.

Per tutti i nubivaghi e non, con il ticchio di scoprir la nostra
lingua e la sua melodia. Orsù, via quella mutria, non
traccheggiate! Perché non prendete un po’di risquitto,
dimenticate l’affralinamento e uscite dal solito raplaplà?
Basta aprire questo libro. Nessuna bubbola. Garantito.


Ufficio Resurrezione

Rizzoli
libri

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.