Torna la corsa Keep clean and run, ovvero pulisci e corri

Si chiama Keep clean and run ed è la corsa per la raccolta di rifiuti abbandonati. Il suo ideatore, Roberto Cavallo, ne ha già compiuta una l’anno scorso da Aosta a Ventimiglia. Quest’anno ha scelto il centro Italia.

Mancano pochi giorni all’inizio della Keep clean and run – #pulisciecorri, l’eco-trail di 350 chilometri che partirà sabato 30 aprile da San Benedetto del Tronto (AP) e si concluderà venerdì 6 maggio a Roma. Una corsa lungo la quale due corridori non professionisti raccoglieranno rifiuti per strada con il fine di sensibilizzare la cittadinanza al problema dell’abbandono dei rifiuti (littering).

 

Roberto Cavallo (a destra) e Oliviero Alotto. Foto di Matteo Monge
Roberto Cavallo (a destra) e Oliviero Alotto. Foto di Matteo Monge

 

A percorrere questa impresa, giunta alla sua seconda edizione, saranno Roberto Cavallo, “rifiutologo” apparso recentemente su Raitre durante la trasmissione Scala Mercalli e presidente di Aica (Associazione internazionale per la comunicazione ambientale), e Oliviero Alotto. Keep Clean and Run è l’evento centrale del Let’s clean up Europe, campagna europea contro il littering che si terrà in tutto il continente dal 6 all’ 8 maggio e di cui Aica è coordinatore per tutto il continente.

 

Roberto Cavallo racconta ai bambini cosa ha trovato lungo il percorso. Foto di Matteo Monge
Roberto Cavallo racconta ai bambini cosa ha trovato lungo il percorso. Foto di Matteo Monge

La seconda edizione di Keep clean and run

“Dopo il successo della prima edizione – ha spiegato Cavallo – abbiamo deciso di ripetere l’esperienza perché crediamo che il problema dell’abbandono dei rifiuti sia un problema su cui è bene mantenere alta l’asticella dell’attenzione e un’impresa come Keep clean and run, sotto molti punti di vista, raggiunge questo obiettivo”. La prima edizione aveva visto come partenza Aosta e Ventimiglia come città d’arrivo, come a simboleggiare il percorso intrapreso da un rifiuto abbandonato: infatti oltre il 70 per cento dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. “L’aspetto che più ci è rimasto impresso dodici mesi fa – continua il presidente di Aica – è stata la grande partecipazione della popolazione sia durante la corsa che nei dibattiti nelle serate di sensibilizzazione. Siamo convinti che anche i cittadini di Marche, Abruzzo e Lazio non ci faranno mancare il loro sostegno e il loro interesse”.

 

Roberto Cavallo con Luca Mercalli alla fine di una tappa
Roberto Cavallo con Luca Mercalli alla fine di una tappa

 

L’iniziativa è sostenuto dal ministero dell’Ambiente che parteciperà anche a un pezzo di corsa: “Sarò felice di far parte di coloro che ‘correranno e puliranno’ come ho fatto lo scorso anno» ha affermato il sottosegretario al ministero dell’Ambiente, Barbara Degani. “Per noi appoggiare queste iniziative e incentivarle è importante perché attraversano molti Comuni portando un buon esempio. L’Italia sul tema differenziata riciclo e riuso va a due velocità ed è necessario invece cercare di innescare una gara virtuosa tra i Comuni perché tengano tutti lo stesso passo. Per questo non può che farci piacere sostenere una manifestazione che vede il coinvolgimento di tanti giovani nelle azioni di pulizia e speriamo in una sempre più ampia partecipazione dei cittadini”.

Articoli correlati