La prima Kia elettrica, Soul EV, è in Usa. E lì rimarrà

Sarà commercializzata negli Stati Uniti a partire dall’estate 2014 la Soul EV, la prima Kia a propulsione elettrica a raggiungere la produzione in serie, anche se non è ancora stato comunicato il prezzo di listino.

Al Salone di Chicago 2014, aperto al pubblico da oggi al 17 febbraio, Kia presenta la sua prima elettrica per gli States. È la Soul EV, attesa nelle concessionarie in estate in alcuni stati a partire dalla California che ha una legislazione incentivante. La vettura è alimentata da batterie ai polimeri di litio da 27 kWh e monta un propulsore elettrico da 109 CV (riscaldato a liquido) che invia la coppia all’asse anteriore attraverso una trasmissione monomarcia. Il modello era stato sorpreso in Lapponia nei giorni scorsi mentre stava svolgendo i test al freddo.

Le prestazioni. La velocità massima della Soul EV è autolimitata a 145 km/h, a salvaguardia dell’autonomia. I suoi 284 Nm di coppia la spingono da 0 a 100 km/h in meno di 12 secondi, un dato del tutto equiparabile a quello del modello 1.6 16V CRDI VGT (11,3 secondi).

L’autonomia e la ricarica. Kia dichiara tra i 130 e i 160 chilometri di autonomia. Sfruttando gli impianti di ricarica rapida da 50 kW può essere rifornita dell’80% della capacità massima in 33 minuti. Senza, però, bisogna attendere 5 ore nelle colonnine e un giorno con l’impianto elettrico casalingo (in box o in garage). Le batterie si trovano nella parte bassa del pianale. Di serie ci sono le connessioni con standard SAE J1772 Level 1 e Level 2 e il sistema di ricarica rapida CHAdeMO, con i connettori dietro alla calandra che slitta per mostrarli.

Un design premiato. La Kia Soul EV ha le stesse linee della sorella convenzionale che, nell’edizione 2014 del “Die Gute Industrieform” di Hannover, è stata insignita del riconoscimento “iF Product Design Award”. La nuova serie della Soul – la seconda – è il frutto del lavoro del team di designer coordinati da Peter Schreyer, capo dello stile della Kia e di tutto il Gruppo Hyundai. Molti degli elementi caratteristici della vettura sono ispirati alle linee del prototipo Trackster presentato al Salone di Chicago del 2012.

Connotazioni esclusive. I clienti americani potranno scegliere la Soul EV in combinazioni cromatiche bicolore esclusive per il modello elettrico: bianco perla con tetto blu elettrico, blu con tetto bianco, argento con tetto bianco. La verniciatura a due colori è un richiamo al prototipo Trackster. Anche le luci a led diurne e i cerchi di lega da 16″ sono specifici per la variante elettrica, così come le finiture interne con accenti di colore bianco e parti in materiali riciclati, a voler ricordare davvero l’attenzione all’ecologia. Ulteriore peculiarità per la sicurezza in città, sotto i 20 km/h e in retromarcia si attiva il Virtual engine sound system (Vess), un suono per avvertire i pedoni della presenza della vettura.

La commercializzazione. Dopo il debutto in alcuni stati chiave americani, come California, Oregon, New Yersey e Maryland, sarà la volta di altri mercati e non è esclusa per ora la presenza in Europa.

Articoli correlati