Google mostra il deserto creato da Fukushima

Street View, il servizio di Google che mostra immagini panoramiche delle strade di tutto il mondo, ha reso disponibili le foto della città di Namie-machi, una piccola città giapponese vicino Fukushima, e che ora è abbandonata.

La famosa automobile che scatta le foto delle strade che poi consultiamo su Google Maps è stata inviata in esplorazione a Namie-machi, una piccola città giapponese a otto chilometri da Fukushima, nel cuore dell’area evacuata dal governo perché contaminata dalle radiazioni. Ciò che hafotografato è stato un paese fantasma, abbandonato, dove tutto è rimasto fermo all’11 marzo 2011, giorno dello tsunami.

1

3

A Namie abitavano circa 21mila persone. Oggi, a due anni dal disastro nucleare di Fukushima, gli abitanti non sono ancora autorizzati a entrare nella città perché è troppo pericoloso. Google ha spiegato questa scelta sostenendo che i giapponesi e la comunità internazionale sono interessati a sapere in che misura l’incidente nucleare si sia ripercosso sulla comunità locale. Anche, e soprattutto, per non dimenticare e non commettere gli stessi errori.

2

4

5

Articoli correlati