Rimedi naturali

Come avere gli occhi belli: metodi naturali contro l’occhio spento

Zampe di gallina, arrossamenti, stanchezza visiva per le ore trascorse davanti al computer. E ancora borse e gonfiori, palpebre spente, allergie irritative: gli occhi sono facile bersaglio delle ingiurie del tempo e dello stress. Curiamoli senza botulino!

Il contorno occhi è delicatissimo, la pelle diventa molto sottile e sconfina nelle delicate mucose. Le irritazioni crescono nella bella stagione, complice la luce abbagliante del sole, che andrebbe schermata con creme filtro e con lenti scure, ma anche i pollini in volo e le allergie che colpiscono le mucose oculari creando lacrimazione e irritazione. Il cloro in piscina e le scottature solari non aiutano: l’abbronzatura a lucertola ha il prezzo carissimo delle rughe raggiate, dei solchi di una pelle stremata che dovrà consegnarsi alle punturine della medicina estetica appena il tempo non sarà più alleato.

E per chi resta in ufficio lo schermo del pc non è da meglio: le ore trascorse davanti a un video senza proteggi schermo condizionano la mimica degli occhi e costringono i muscoli a “strizzare” il campo visivo per proteggersi dalla luce artificiale. Le ricette naturali esistono, i rimedi della nonna sono celebri e inossidabili e lo yoga degli occhi è una nuova idea, trendy e intelligente, per resistere al botulino.

Ecco i nostri piccoli segreti per gli occhi belli

Olio di rosa mosqueta

L’olio di rosa mosqueta è un estrogeno naturale per questo la sua essenza è dedicata alle donne dopo i 45 anni, quando il tempo sacrifica l’ormone estrogeno e una donna entra nel climaterio. Dunque il suo potere è ormonale e non solo idratante, Va applicato in strato sottile, come contorno occhi, alla sera prima di dormire. Per gli uomini, meno interessati agli estrogeni, è l’olio di germe di grano a favorire la rigenerazione della cute perioculare, perché ricco naturalmente di vitamina E.

Calendula

calendula occhi belli
La calendula è una pianta antiinfiammatoria e lenitiva.

La pomata di calendula è anti-infiammatoria e lenitiva, perfetta dopo le ore passate al sole per evitare di svegliarsi con palpebre gonfie o irritazioni. È perfetta anche per i bambini refrattari al cappellino, dopo la spiaggia e la sabbia, dopo l’acqua salata che ha irritato gli occhi Si può usare anche come decotto fresco, unita ad esempio alla malva, con una garza imbevuta che può essere passata sulle palpebre alla sera prima di dormire.

Tè e camomilla

occhi-belli-bustine
Anche le bustine di tè e camomilla. Non buttatele via, possono essere utili alla salute degli occhi. ©Ingimage

Un rimedio della nonna, classico antiocchiaie, consiste nell’appoggiare due bustine di tè (o di camomilla) sugli occhi chiusi e rimanere sdraiati per almeno 10 minuti. La temperatura deve essere fresca, pertanto le bustine vanno immerse in acqua fredda e poi messe direttamente sugli occhi. Per i bambini o dopo il sole meglio utilizzare le bustine di camomilla, ottime per chi si stropiccia troppo frequentemente gli occhi.

Cineraria marittima

occhio-spento-cineraria
Le proprietà della cineraria marittima non si limitano alla riduzione dell’occhio spento ma viene anche impiegata in caso di congiuntivite allergiche e manifestazioni infiammatoria. ©Ingimage

La cineraria marittima è una pianta che cresce spontaneamente sulle nostre coste e ci dona un rimedio omeopatico speciale per gli allergici. Il suo collirio in gocce può essere utilizzato in modo preventivo appena si entra nel periodo critico personale. Ma è nell’acuto che il suo potere si esplicita al meglio poiché questo rimedio è ottimo per le congiuntiviti allergiche anche al loro apice.

Staphisagria

Si tratta del rimedio numero uno per gli orzaioli e per le irritazioni fissurative. Molte persone soffrono del continuo formarsi di piccoli taglietti agli angoli degli occhi, o hanno recrudescenze ravvicinate di orzaiolo, con il classico dolore puntorio e l’arrossamento della palpebra. In questo caso il rimedio si assume per bocca, alla diluizione 9 CH, 5 granuli prima di colazione e cena da sciogliere in bocca.

Yoga per gli occhi – massaggi per avere degli occhi belli

Esiste una serie di esercizi utili a mantenere gli occhi belli e senza rughe. Il programma è semplice e richiede davvero poco tempo.
Esiste una serie di esercizi utili a mantenere gli occhi belli e senza rughe. Il programma è semplice e richiede davvero poco tempo.

Ognuno degli esercizi a seguire deve essere mantenuto per un tempo di 5 secondi e praticato 5 volte di seguito. Idealmente si dovrebbe stare davanti allo specchio, almeno per le prime volte, per capire se gli occhi rispondono in modo simmetrico.

Massaggio con rotazione

Tenete tra pollice e indice le sopracciglia e massaggiatele lentamente, una tenue vibrazione. Intanto spingete lo sguardo a destra e sinistra, in alto e in basso, sempre con molta lentezza: una rotazione degli occhi troppo veloce può comportare una nausea simile a quella indotta da cervicale, dunque andateci piano. Questo esercizio serve per le micro rughe e per allenare lo sguardo a non aggrottarsi durante i comuni movimenti quotidiani dell’occhio.

Dall’occhio all’orecchio

Massaggiate energeticamente la zona dietro l’orecchio con tutte le dita e cercate di stirarla verso l’esterno come per dilatare lo sguardo. Intanto aprite gli occhi il più possibile come se fossero spalancati. Questo esercizio elimina la congestione linfatica delle fastidiose borse che appesantiscono lo sguardo.

Palpebra tonica

Per tonificare i muscoli palpebrali ed eliminare lo sguardo spento delle palpebre cadenti basta chiudere gli occhi e appoggiare solo la punta degli indice sulla palpebra. A questo punto bisogna cercare di aprire gli occhi mentre la punta delle dita tiene le palpebre chiuse e oppone resistenza.

Articoli correlati