La nuova scuola green a Cernusco sul Naviglio è un modello d’istruzione sostenibile

Sostenibile, aperta ai cittadini e realizzata in tempi da manuale. La nuova scuola green a Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano è stata inaugurata alla presenza del premier Paolo Gentiloni.

È nata a Cernusco sul Naviglio, comune di 34mila abitanti alle porte di Milano, la più grande scuola green realizzata grazie all’impulso del decreto Scuole nuove del 2014. Un grande polo scolastico sostenibile concepito come un campus dotato di giardini interni, un ampio parco esterno, sistemi per il recupero dell’acqua piovana, vasche pensili, orti didattici ed edificato con un innovativo materiale da costruzione, il fibrocemento (che unisce cemento e fibre) a base lignea. Il polo scolastico di largo Carlo Maria Martini ha aperto le porte il 12 settembre ai bambini della scuola dell’infanzia, dell’asilo nido e della primaria.

Leggi anche: Quando inizia e finisce la scuola, il calendario scolastico 2017-2018 regione per regione

scuola green a cernusco
La cerimonia di inaugurazione del nuovo polo scolastico di Cernusco sul Naviglio alla presenza del premier Paolo Gentiloni e del sindaco della comune in provincia di Milano, Ermanno Zacchetti © Comune di Cernusco sul Naviglio

Gentiloni all’inaugurazione della scuola green a Cernusco

Dopo essere stata visitata lo scorso febbraio da Matteo Renzi, con l’allora sindaco di Cernusco Eugenio Comincini, la nuova scuola è stata inaugurata l’11 settembre alla presenza del premier Paolo Gentiloni, chiamato a tagliare il nastro insieme all’attuale sindaco Ermanno Zacchetti. Alla cerimonia c’erano anche le autorità locali e nazionali, oltre che il personale didattico e, naturalmente, i bambini e le loro famiglie.

“Un momento storico per la nostra città”, ha commentato il primo cittadino durante il discorso inaugurale, orgoglioso di portare a termine il lavoro iniziato con lungimiranza dal suo predecessore e di poter rappresentare “una comunità attenta a ciò che lascia in eredità alle prossime generazioni”. “Questo momento segna il compimento di un’opera pubblica attesa da vent’anni e realizzata grazie alla professionalità e alla tenacia di tante persone”, ha aggiunto Zacchetti.

Leggi anche: BabyLife, l’asilo nido sostenibile a misura di bambino al Citylife di Milano

A congratularsi con lui, con l’amministrazione e tutti coloro che hanno portato avanti questa “scuola d’avanguardia” è stato anche Gentiloni: “Questo è uno dei momenti belli per un presidente del consiglio”, ha detto ricordando l’importanza del rapporto dell’istituzione scolastica con la società. “Penso che ci meritiamo scuole come questa, di questa qualità e sicurezza, di questa capacità di dialogo con il tessuto sociale e di questa sostenibilità ambientale”.

Un edificio inaugurato a due anni da quando è stata posata la prima pietra (26 settembre 2015) e quindi “realizzato nei tempi previsti, come dovrebbe essere nella normalità delle cose, e rispettando l’ambiente”, nelle parole del premier, che ha voluto ribadire come “le grandi sfide ambientali si vincono sì a livello globale, ma anche all’interno delle scuole e delle famiglie, usando in modo saggio le risorse.”

Le caratteristiche di sostenibilità

“L’attenzione all’ambiente è fatta di buone pratiche attraverso le quali costruiamo oggi la nostra città di domani”, ha detto Zacchetti che ha elencato alcuni dei tanti aspetti green del nuovo polo didattico. “Nessun combustibile fossile sarà utilizzato in questa scuola ma sarà invece un sistema di impianti solari e geotermici a garantire il fabbisogno di energia.” Anche in mensa non mancheranno le dovute attenzioni, dove “sarà servita solo acqua del rubinetto buona, sicura e controllata, anche grazie al Water safety plan (piano per la sicurezza dell’acqua) avviato da Gruppo Cap, primo gestore in Italia a recepire la nuova normativa europea.”

Scuola green Cernusco esterno
L’esterno della scuola green di Cernusco sul Naviglio

Uno spazio per studenti, ma anche per tutta la città

600 i posti disponibili per i bambini del circondario che avranno a disposizione anche una palestra, un centro cultura e ampi spazi verdi di competenza della scuola ma aperti a tutti i cittadini.

Già nelle sue fasi iniziali nel 2011 il progetto prevedeva “quella intersezione tra luoghi di apprendimento e usi civici, presente due anni dopo nelle linee guida Miur (ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ndr) per l’intera infrastruttura scolastica italiana”, ha ricordato il sindaco Zacchetti. “Per questo consegniamo una scuola, ma anche un nuovo spazio di socialità per il quartiere e la città”.

Le buone pratiche della scuola green

Sono stati investiti 9,5 milioni di euro nell’opera dal Comune di Cernusco sul Naviglio che ha potuto beneficiare di 7,2 milioni di euro concessi grazie al decreto Scuole nuove e ha integrato il progetto con opere di riqualificazione per migliorare l’accessibilità anche ciclabile al polo scolastico con un investimento complessivo di oltre 10,5 milioni di euro.

Soldi pubblici spesi per il bene pubblico nell’interesse di tutta la comunità e della sua più grande risorsa: i bambini. Una struttura che ci si auspica possa aprire la strada a numerose imitazioni e che potrà fare davvero scuola.

Aula scuola green Cernusco
Un’aula della scuola green di Cernusco sul Naviglio
Articoli correlati