Smagliature, cause e rimedi per intervenire con successo

Che si tratti di smagliatura rossa o bianca, il problema estetico è evidente. Ma come si formano le smagliature e come si contrastano?

Inestetismo frequente, le smagliature colpiscono le donne che dall’adolescenza vanno verso l’età adulta, causando spiacevoli striature sulla pelle prima rosse e che lentamente, nella fase di cicatrizzazione, diventano bianche. Sono un problema prevalentemente femminile anche se, in percentuale sicuramente minore, ne sono colpiti anche gli uomini.

smagliature
Molto spesso anche le ragazze giovani sono soggette alla formazione di smagliature @ ingimage

Le smagliature si manifestano nella parte più superficiale della pelle, ma si formano nel derma, dove sono maggiormente concentrati il collagene e l’elastina, due proteine indispensabili per l’elasticità della pelle e per dare sostegno ai tessuti. Inizialmente hanno un colore rosso, indice di un processo infiammatorio in atto e questo è il momento migliore per intervenire sia a livello superficiale che profondo; in seguito diventano bianche e a quel punto vengono considerate delle vere e proprie cicatrici.

Quali sono le cause?

Le cause che portano alla formazione delle smagliature sono molteplici, prima fra tutte l’estensione veloce e costante della pelle poco elastica, come nei casi di aumento o perdita di peso, in gravidanza e in allattamento, dove assistiamo al cedimento del collagene con la conseguente nascita di striature più o meno frastagliate, di diversa lunghezza, con una larghezza che può arrivare al centimetro, spesso disposte in modo parallelo una vicina all’altra.

Ci sono inoltre motivi genetici che rendono le persone maggiormente predisposte alla formazione di smagliature oltre ad un aspetto ormonale da non sottovalutare, causa frequente dell’inestetismo. Gli estrogeni infatti sono fortemente coinvolti nella formazione del collagene e dell’elastina, e uno squilibrio nella formazione delle due proteine può rendere le fibre del derma meno elastiche.

Dimagrimento e smagliature
Importantissimo nutrire bene la pelle quando si decide di perdere peso @ ingimage

Più frequentemente ne sono colpite le donne giovani, spesso adolescenti, proprio per i frequenti squilibri ormonali dovuti all’età. Un’ulteriore causa è l’assunzione prolungata di farmaci steroidei, come il cortisone o gli anabolizzanti, il primo largamente usato per diverse patologie e il secondo abbondantemente diffuso negli ambienti sportivi. Si pensa inoltre che uno stress psico-fisico prolungato nel tempo possa generare le fastidiose imperfezioni.

Le zone più colpite

Addome, fianchi, glutei, cosce e seno sono sicuramente i punti deboli e più frequenti dove possiamo assistere alla comparsa di smagliature. Nelle persone obese, che con la dieta perdono peso velocemente, non è difficile notare l’inestetismo anche all’altezza delle ginocchia. Differenti alla vista sono le smagliature di chi assume cortisone per lungo tempo. Infatti saranno localizzate quasi esclusivamente sull’addome e il loro colore virerà più verso il viola. Qualunque sia la causa o la zona colpita dalle smagliature, è chiaro che alcune donne le vivono come un fastidioso problema estetico per il quale vogliono trovare la soluzione migliore.

Smagliature in gravidanza

Se da una parte la gravidanza è un momento magico per la donna, dall’altra non è sempre facile accettare il cambiamento fisico nel caso in cui si vedano comparire su addome, fianchi e seno le smagliature. Certo la gioia di un figlio è immensa, ma nel percorso bisogna mettere in conto che questo inestetismo potrebbe presentarsi con l’avanzare della gestazione.

Smagliature in gravidanza
Aver cura della pelle in gravidanza vuol dire evitare spiacevoli conseguenze © ingimage

La cura della pelle con prodotti mirati sarà, in questo periodo, importante e doverosa, proprio per scongiurare quanto più possibile i danni all’epidermide, soprattutto se l’aspetto genetico e ormonale non gioca a nostro favore.

Smagliature, tutti i rimedi disponibili ed efficaci

Proprio perché considerate cicatrici a tutti gli effetti, le smagliature possono essere per lo più attenuate e rimodellate, facendo in modo, con diverse opportunità di trattamento, di renderle meno evidenti. Difficilmente riusciremo ad eliminarle definitivamente. Primo fra tutti i rimedi ricordiamo il peeling all’acido salicilico, che ripetuto a distanza di due settimane, agisce come esfoliante e levigante sullo strato più superficiale della smagliatura, lo strato corneo. Il prodotto va applicato esclusivamente sulle smagliature e, ripetendo il trattamento in modo costante, si potrà assistere nel tempo ad una attenuazione evidente della cicatrice.

Anche i prodotti a base di acido glicolico agiscono come esfoliante sullo strato superficiale, andando a rimuovere le cellule morte, stimolando la rigenerazione della pelle e la sintesi del collagene. Molteplici e con formule diverse le creme a disposizione, ricche di sostanze in grado di stimolare la produzione di collagene ed elastina, creme che devono essere applicate sulle smagliature giornalmente e con estrema costanza e possono essere usate ciclicamente anche per la prevenzione del problema.

Creme antismagliature
Possiamo trovare un ventaglio di creme antismagliature per tutte le esigenze @ ingimage

Possiamo trovare creme a base di Clorella vulgaris, un’alga ricca in aminoacidi e peptidi, elementi che compongono il collagene umano. Oltre a stimolare la sintesi del collagene e dell’elastina, vanno a limitare l’azione di alcuni enzimi responsabili della degradazione di queste due proteine. Ottime le creme contenenti retinolo, che agiscono in modo estremamente efficace sulle smagliature ancora rosse, andando a eseguire un’azione di riparazione sulle fibre di collagene danneggiate. Anche le creme corpo che contengono bava di lumaca sono ideali per combattere le smagliature e donare elasticità alla cute. La bava di lumaca contiene naturalmente acido glicolico, acido ialuronico, collagene ed elastina oltre ad allantoina, con proprietà idratanti e anti-rossore, aminoacidi, peptidi e vitamine.

E gli oli?

Sono il prodotto maggiormente consigliato in gravidanza e nei momenti in cui decidiamo di affrontare la perdita di peso con la necessità di mantenere ben elastica l’epidermide. Ricchi in antiossidanti e vitamina E, gli oli nutrono la pelle delicatamente, naturalmente ma in modo estremamente efficace, rendendola elastica e ben idratata.

olio da massaggio
Gli oli sono ricchi di vitamina E ideale per la prevenzione delle smagliature e il nutrimento della pelle @ ingimage

L’olio di mandorle è il più utilizzato, seguito dall’olio al germe di grano, con un odore leggermente più intenso e non sempre apprezzato, ma con altissimo contenuto di vitamina E, o il prezioso olio di argan, vero e proprio regalo della natura. Ottimi anche l’olio di cocco, di oliva, di vinacciolo e di calendula. Un occhio di riguardo lo riserviamo all’olio di semi di albicocca che, proprio per la sua azione lenitiva e antinfiammatoria sulla cute, risulta utile sulle smagliature che presentano colore rosso. Emolliente e nutriente, favorisce l’elasticità della pelle ed è molto apprezzato per la velocità di assorbimento e la scarsa untuosità. L’olio di rosa mosqueta, ricavato dai semi della rosa rubiginosa, è un olio estremamente rigenerante, fantastico usato puro sulle smagliature ancora rosse, dove la possibilità di attenuazione è maggiore. Se usato quotidianamente per diverso tempo, il risultato è garantito. Non demordete comunque anche sulle smagliature ormai bianche, perché nel tempo noterete un’attenuazione importante della cicatrice.

Laser e microdermoabrasione per attenuare le smagliature

Sono i due sistemi medico-estetici maggiormente utilizzati per intervenire sulle smagliature. Il laser utilizza una luce pulsata per stimolare la sintesi di collagene e produce buoni risultati sull’inestetismo ancora di colore rosso. La microdermoabrasione avviene attraverso un sistema di micro-cristalli che con un delicato sfregamento sulla pelle, in questo caso sulle smagliature, riesce ad eliminare le cellule morte arrivando in profondità e andando a stimolare la rigenerazione della pelle. Avverrà così la sostituzione del tessuto cicatriziale con del tessuto cutaneo nuovo ed in breve tempo potremo assistere ad una evidente attenuazione delle smagliature anche e soprattutto quelle ormai bianche.

Intervenire dall’interno con gli integratori giusti

Possiamo pensare di intervenire sulle smagliature o meglio ancora prevenirle, mantenendo costante e sempre efficiente l’elasticità della pelle, aiutandoci anche dall’interno con prodotti mirati. Un integratore alimentare di vitamina E, contenuta abbondantemente nell’olio di germe di grano, oltre ad agire come antiossidante predominante nella pelle umana, svolge un’azione emolliente e protettiva in caso di pelle secca e tendente all’invecchiamento precoce.

Integratore di vitamina E
Le perle di olio di germe di grano contengono vitamina E tanto utile per la nostra pelle © ingimage

La vitamina C, oltre alle molteplici e benefiche proprietà, favorisce la formazione del collagene necessario per la normale funzione della pelle. Esiste inoltre in commercio un’ampia gamma di integratori alimentari a base di collagene, acido ialuronico e vitamina C, venduti in un’unica formulazione estremamente equilibrata così da ottenere, con un solo prodotto, il supporto ideale contro il trofismo del tessuto connettivo e il corretto mantenimento di una cute elastica e compatta.

Controindicazioni

Naturalmente quando esfoliamo in modo profondo, non ci si dovrebbe esporre ai raggi solari, proprio per la delicatezza che assume la zona trattata ed esfoliata. Se proprio non possiamo farne a meno si consiglia di usare una protezione totale da applicare più volte nel corso della giornata. Si suggerisce comunque di iniziare questo tipo di trattamenti in inverno, quando la pelle è più tutelata e meno esposta. Per le creme anti-smagliature, accertarsi sempre che sulla confezione venga riportata la dicitura che indica la possibilità di utilizzo in gravidanza, perché alcune sostanze devono essere evitate durante la gestazione.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati