Somalia, kamikaze si fa esplodere in un’accademia di polizia. Almeno 18 morti

Un kamikaze affiliato alle milizie terroristiche di al-Shabaab si è fatto saltare in aria all’interno di un campo di addestramento delle forze di polizia somale. Almeno 18 agenti hanno perso la vita.

Un uomo travestito da poliziotto si è infiltrato nell’accademia di polizia General Kahiye di Mogadiscio, la capitale della Somalia, e si è fatto esplodere provocando la morte di almeno 18 agenti. Altri 15 sono rimasti feriti, stando alle dichiarazioni degli ufficiali di polizia fornite all’agenzia di stampa Reuters.

accademia di polizia in Somalia
L’accademia di polizia di Mogadiscio, in Somalia

L’attentato è stato rivendicato dalle milizie jihadiste di al-Shabaab, l’organizzazione terroristica alleata di al-Qaeda che si batte contro il governo somalo appoggiato dalle Nazioni Unite e che ha portato avanti una serie di attacchi anche in Kenya.

“Abbiamo ucciso 27 poliziotti e ne abbiamo feriti molti altri”, ha dichiarato il portavoce delle operazioni militari di al-Shabaab, Abdiasis Abu Musab. Al momento il numero delle vittime è inferiore, ma potrebbe salire nelle prossime ore.

Articoli correlati
Nell’Iran di Raisi i giovani sono più esclusi che mai

Mentre la vittoria di un presidente conservatore in Iran era prevista, la società non crede più che il proprio voto possa fare la differenza. Ne abbiamo parlato con la giornalista Cecilia Sala e alcuni studenti iraniani.