Sottosopra a Marina di Cagliari

Un palazzo nella Marina di Cagliari dove i ricchi vivono con i poveri e dove ognuno insegue il proprio sogno.

Siamo in un palazzo situato nella Marina di Cagliari, un rione
coloratissimo e abitato da uomini, donne e bambini di diverse
nazionalità ed etnie. In questo quartiere si sente il
profumo del sugo, le donne diventano le mamme delle ragazze sole e
i caldi pomeriggi sono colorati dalle urla dei bambini che giocano
tra di loro. Qui l’affetto e l’accoglienza sono la
normalità.

 

Alice è una studentessa che vive in un appartamento di
questo edificio da quando il padre non c’è più e la
madre è caduta in depressione dopo aver scoperto di essere
stata tradita con una donna più giovane. La ragazza è
convinta che diventare una macchina del sesso la scongiurerà
da ogni possibile catastrofe, perché è lì,
nelle prodezze sessuali che pensa di trovare la protezione da ogni
insidia della vita. Al piano più alto del palazzo vive
l’anziano Mr. Johnson, un tempo un famoso violinista che calcava le
scene internazionali che ha deciso di ritirasi ad una vita modesta
e lontana dai riflettori: tutti si chiedono se lui sia Mr Johnson
della Johnson&Johnson degli shampoo. Con lui, a fasi alterne,
vivono la moglie, il figlio e il piccolo Giovannino, il nipotino.
Al piano di sotto ecco Anna, una donna forte e determinata, che
nonostante sia stata più volte messa a dura prova, anche
fisica, dalle esperienza negative della vita, resiste con gioia,
vive ogni esperienza nuova con lo stesso entusiasmo di una
ragazzina e si getta a capofitto nelle relazioni amorose. Con lei
c’è la figlia, Natascia, una ragazza ossessionata dal
possibile tradimento del suo fidanzato, dura con la madre, ostile
ad ognuno dei suoi nuovi amanti, spaventata da ogni possibile
cambiamento, arrabbiata per principio con chi è più
fortunato di lei.

L’ordine apparente del palazzo verrà turbato quando la
divisione dei piani non sarà più così netta,
quando sarà tutto letteralmente sottosopra e non si
ritroverà più una logica razionale nei rapporti. Anna
salirà al piano di sopra, la moglie di Mr. Johnson
scenderà da Alice, Alice salirà da Anna e così
via. Ed è proprio in questo scenario scombussolato e
scombiccherato che ci si trova ad affezionarsi a questi personaggi
fragili, forti, strambi, sognatori, ma tutti così semplici
ed umani.

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.