Il frinire musicale delle cicale

La costa orientale degli Stati Uniti, tra la fine di maggio e l’inizio di giugno, è stata “assaltata” da miliardi di cicale. Questi insetti tornano ciclicamente ogni 17 anni per cantare a squarciagola, mangiare e riprodursi.

Miliardi di cicale, in particolare di magicicada, hanno invaso la costa orientale degli Stati
Uniti
(North Carolina, Staten Island, New Jersey e Connecticut)
per circa due settimane, tra la fine di maggio e l’inizio di
giugno. Questi insetti tornano ciclicamente ogni 17 anni per
cantare a squarciagola, mangiare e riprodursi. Le cicale del 2013
fanno parte della nidiata II (Brood II) e sono state concepite nel
lontano 1996 rimanendo sottoterra fino ad oggi, lì si sono
nutrite della linfa delle radici degli alberi.

 

Nel video “Clarinet, with cicada chorus” (sopra) del New York
Times, David Rothenberg, musicista e professore di filosofia al New
Jersey Institute of Technology, ha colto il momento per dimostrare
come certi animali comunichino sulla base di precisi schemi
musicali.

Articoli correlati