Pronti per il futuro?

Quali sono le città più elettriche al mondo

Numerose città nel mondo stanno scommettendo sulla mobilità elettrica, non solo privata ma anche nel settore del trasporto pubblico.

Che la corsa all’elettrificazione dei trasporti sia iniziata è fuor di dubbio. Con il parco circolante di auto elettriche che ha toccato quota 5 milioni nel 2018, un aumento del 63 per cento rispetto all’anno precedente, la mobilità elettrica sta diventando una realtà nel panorama mondiale. Ormai tutte le case costruttrici propongono in listino veicoli elettrici puri, ibridi o ibridi plug-in, mentre numerose città hanno deciso di vietare l’ingresso ai veicoli a combustione interna, adottando rigorosi piani per la riduzione dell’inquinamento atmosferico e per il taglio delle emissioni. Ma quali sono i paesi che stanno trainando questa rivoluzione elettrica e soprattutto quali metropoli stanno dettando l’agenda globale?

città
Una stazione di ricarica dedicata © Pixabay

Nel 2018 il 45 per cento delle auto elettriche su strada era in Cina, con un totale di 2,3 milioni. In Europa il parco elettrico rappresentava il 24 per cento, mentre negli Stati Uniti il 22 per cento. Globalmente sono questi i tre mercati in cui si registra il maggior numero di veicoli elettrici, non solo per il trasporto privato, ma anche per quello pubblico o in sharing.

Il mercato elettrico, qualche numero

Secondo una recente analisi condotta da McKinsey e sfociata nell’Electric vehicle index (Evi), le vendite di veicoli elettrici sono aumentate del 65 per cento dal 2017 al 2018. Nel 2019, il numero di unità vendute è aumentato di 2,3 milioni, per una crescita annuale del 9 per cento. Per quanto riguarda invece il primo trimestre del 2020, le vendite di veicoli elettrici sono diminuite del 25 per cento a causa probabilmente del blocco delle attività causata dalla pandemia. Nel complesso, è l’Europa ad aver visto una crescita maggiore per quanto riguarda la vendita di veicoli elettrici.

Mercato globale dell’auto elettrica © McKinsey

Nonostante il calo complessivo delle vendite, il mercato globale dei veicoli elettrici è aumentata di 0,3 punti percentuali dal 2018 al 2019, per una quota complessiva del 2,5 per cento. Con un’ulteriore crescita nel primo trimestre del 2020, il comparto dei veicoli elettrici è ora al 2,8 per cento.

Le città più elettriche

Ma non ci sono solo le auto. Dai carrelli elevatori ai mezzi pesanti, anche il movimento delle merci sta passando all’elettricità. Senza contare gli oltre 260 milioni di biciclette elettriche in circolazione. Oggi sono poco più di 425mila ad esempio, gli autobus elettrici circolanti a livello globale e di questi 421mila si trovano in Cina, mentre il paese prevede di aggiungerne almeno 200mila in più entro il 2025.

città
Oggi sono poco più di 425mila gli autobus elettrici circolanti a livello globale e di questi 421mila si trovano in Cina © Hans Johnson/Flickr

Shenzhen, Cina

Nonostante il governo centrale abbia eliminato i sussidi all’acquisto per i veicoli che raggiungono un’autonomia elettrica inferiore a 200 chilometri, la Cina rimane il primo mercato mondiale. E Shenzhen ne è certamente tra le città capofila: secondo le ultime stime l’intera flotta di autobus cittadini, circa 16mila, è elettrica. Non solo, anche i 12mila taxi sono elettrici. Insieme a Pechino e Qingdao, la metropoli rappresenta un quarto di tutte le vendite di veicoli elettrici della Cina.

Los Angeles, California

La città “degli angeli” è certamente la più elettrica di tutti gli Stati Uniti. È di poche settimane fa l’annuncio che entro il 2035 non saranno più venduti veicoli a combustione interna. Los Angeles in questo senso è stata la città pioniera, da sempre attenta all’elettrificazione. Oggi in città circolano circa 100mila veicoli elettrici, la maggior parte di questi sono automobili e Suv: 46mila a batterie, 36mila ibride plug-in e 2mila a idrogeno. La città possiede la maggior parte delle stazioni di ricarica di tutta la California: 2.354 stazioni di ricarica pubbliche e 453 ad accesso libero. Solo lo scorso anno, 2019, Los Angeles ha aggiunto 502 stazioni di ricarica nell’area metropolitana e negli ultimi novanta giorni sono state installate 259 stazioni.

Oslo, Norvegia

Già da anni la capitale norvegese ha deciso di elettrificare gran parte del parco auto circolante, e la scorsa estate ha raggiunto e superato quota 50mila veicoli elettrici immatricolati. Insieme a Bergen si trova ai vertici mondiali per numero di veicoli elettrici pro capite. La stessa Norvegia ha il più alto tasso di proprietà di auto elettriche al mondo: a marzo 2019, i veicoli elettrici o ibridi rappresentavano la metà di tutte le vendite nel paese nordico.

Santiago, Cile

La capitale cilena è decisamente la città degli autobus elettrici. In città circolano oggi 411 autobus elettrici a batteria, ovvero la flotta più grande al di fuori della Cina. Attualmente a Santiago è in corso una gara per il rinnovo totale della flotta, più di 2mila autobus. La piena elettrificazione dovrebbe essere completata, secondo il mandato, entro il 2035. Considerando che Santiago ha oltre 6.700 autobus in funzione, i 411 autobus elettrici rappresentano il 6 per cento del totale.

Tokyo, Giappone

Il governo della città ha recentemente dato il via ad un programma per accelerare l’installazione di colonnine di ricarica per i veicoli elettrici, siano essi 100 per cento a batterie che ibridi plug-in. L’obiettivo del programma, gestito dalla Tokyo Environmental public service corporation, è aumentare la quota di vendite di auto elettriche fino al 50 per cento entro il 2030. In tutto il Giappone oggi circolano circa 250mila veicoli elettrici o ibridi plug-in.

Articoli correlati
Tesla Battery day 2020, Elon Musk come Steve Jobs?

Ormai i Tesla Battery day di Elon Musk sono veri “show” attesissimi dai fan della mobilità elettrica di tutto il mondo. A poche ore dall’evento, cresce l’attesa per l’annuncio della “million-mile battery”.