Come funziona Breading, la app che promette: niente più pane avanzato

Le cifre sullo spreco di pane in Italia sono impressionanti. Dato che il problema, al di là delle storture di marketing e della burocrazia, è la mancanza di una rete organizzativa agile ed efficiente, Breading si propone di costruirla. Gratis, a partire da panettieri e da Onlus.

Da un gruppo di giovani lombardi è nata una startup che permette di devolvere l’invenduto delle panetterie ad associazioni benefiche, grazie a una piattaforma web.

Breading permette facilmente ai panettieri, a fine giornata, di segnalare con un sms o con un messaggio online la quantità di pane avanzato. E alle associazioni di andarlo a prendere.

L’idea è di quattro giovani lombardi, che ha ideato una piattaforma online (accessibile da tutti tramite PC e mobile grazie ad una webapp) per favorire la ridistribuzione del pane avanzato da panetterie e negozi. Il nucleo originario della startup è stata presentata il 20 ottobre 2014 all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nel corso di un convegno contro lo spreco, poi ha ottenuto il supporto di Fondazione Vodafone e ora sta proseguendo a crescere.

Basta una notifica

Breading è una web app, liberamente accessibile a tutti i computer e per tutti device, Android, Apple, BlackBerry, Windows. Cioè, già oggi per accedervi si deve semplicemente digitare l’url “Breading.Foundation”.

I panifici e le associazioni devono iscriversi alla piattaforma.

Chi ha un panificio e ha pane che sa che avanzerà, indica due ore prima dell’orario di chiusura quanti kg gli sono avanzati.

I responsabili delle associazioni dopo l’iscrizione comunicano il raggio di km entro i quali hanno la possibilità di andare a ritirare il pane; dopodiché ricevono le notifiche dai panifici che mettono a disposizione il loro pane di giorno in giorno.

Grazie alla geolocalizzazione un alert raggiunge le associazioni di volontariato più vicine registrate al servizio, che così possono prenotare il ritiro e recarsi al negozio.

Una tecnologia dal volto umano, insomma, ma non per questo meno sofisticata: è previsto l’invio di un codice univoco alle associazioni a ogni prenotazione per creare un sistema di prelazione.

Iscriversi a Breading è gratis

Breading ha iniziato a raccogliere iscrizioni alla piattaforma, e sono già attive collaborazioni con le più importanti associazioni locali per la ridistribuzione di eccedenze e per l’assistenza ai bisognosi.

La registrazione al sistema è gratuita per tutte le organizzazioni, previa verifica dello status giuridico di Onlus.

Al momento, chiusa la fase sperimentale in zona Milano Lambrate, Breading sarà attiva a Milano, Bergamo e Roma, per poi ampliare progressivamente il raggio d’azione.

Un sistema a ciclo completo, quindi, che già dalla sua presentazione aveva attirato l’attenzione istituzionale di politici e di amministratori locali, e si è conquistata il posto fra le social start up di Fondazione Vodafone nel programma Think for Social.

 

Articoli correlati