Elon Musk vuole portarci ovunque nel mondo in meno di mezz’ora

Space X sta pianificando l’evoluzione del Falcon 9, uno shuttle in grado di trasportare merci ed esseri umani su Marte. O da un luogo all’altro del pianeta poco meno di mezz’ora.

Dall’International Astronautical Congress, tenutosi ad Adelaide in Australia lo scorso settembre, Elon Musk ha annunciato ciò che sarà il futuro di Space X e dell’esplorazione spaziale. Una nuova generazione di razzi e navicelle capaci di trasportare sia merci che esseri umani. Sulle stazioni spaziali, sulla Luna e su Marte.

elon musk
Elon Musk durante l’International Astronautical Congress di Adealide, svela il futuro dei viaggi spaziali. Foto via Mark Brake / Stringer

Il nuovo shuttle, chiamato Bfr (Big falcon rocket), sarà un’evoluzione dell’attuale Falcon 9 e con i suoi 31 motori, sarebbe in grado di raggiungere la velocità di 27mila km/h. Trasporterà satelliti, parti di ricambio e i primi colonizzatori del nostro satellite e del pianeta rosso.

Il Bfr di Elon Musk. Da New York a Parigi in 30 minuti

Il nuovo razzo però potrebbe diventare anche una valida alternativa ai voli commerciali odierni. Una volta superata l’atmosfera terrestre, il mezzo di trasporto potrebbe collegare qualsiasi città del mondo in 30 minuti. Il costo di un biglietto, una volta che questo genere di mezzo di trasporto sarà comune, costerà come un normale volo di linea di oggi.

“Se questo razzo è capace di andare su Marte, perché non usarlo per andare da un luogo ad un altro sulla Terra?”, ha dichiarato l’imprenditore americano durante il suo intervento. Secondo Musk raggiungere New York da Shanghai, o Sydney da Londra, o Melbourne da Singapore, non durerebbe più di un viaggio medio casa-lavoro. Secondo Musk inoltre, i costi di produzione potrebbero essere contenuti grazie al fatto che il razzo sarebbe riutilizzabile e molto più piccolo dei suoi predecessori.

 

Mars City Opposite of Earth. Dawn and dusk sky are blue on Mars and day sky is red.

Un post condiviso da Elon Musk (@elonmusk) in data:

Su Marte nel 2022

Ma è il pianeta rosso il vero obiettivo di Musk. Space X prevede infatti di lanciare la prima spedizione nel 2022, per portare merci e cercare una fonte d’acqua. Nei successivi due anni dovrebbero essere pronte le prime missioni umane, per portare l’uomo su Marte ed iniziare così a costruire le prime basi permanenti.

Articoli correlati
Tesla Battery day 2020, Elon Musk come Steve Jobs?

Ormai i Tesla Battery day di Elon Musk sono veri “show” attesissimi dai fan della mobilità elettrica di tutto il mondo. A poche ore dall’evento, cresce l’attesa per l’annuncio della “million-mile battery”.