Creato dalla SpaceX, il Falcon Heavy di Elon Musk ha lanciato una Tesla nello spazio. Sulle note di Bowie

Molti pensavano si trattasse di uno scherzo, invece il fondatore di SpaceX e Tesla Motors, Elon Musk, ha davvero lanciato nello spazio un’automobile elettrica. Non solo, l’ha fatto con il razzo più grande del mondo: ad accompagnare il suo viaggio, le canzoni di David Bowie.

In questo momento, nelle buie profondità dell’universo, un’autoradio è accesa su Space Oddity. Purtroppo nello spazio non si propaga alcun suono e il silenzio regna sovrano, coprendo le note dolci e malinconiche della canzone di David Bowie. Sarà il brano del 1972 ad accompagnare un viaggio di miliardi di anni, quello di una Tesla Roadster color ciliegia. A bordo, un manichino vestito da astronauta, destinazione: Marte.

Don’t panic!

Le sorprese non erano finite: le telecamere a bordo della Roadster hanno inquadrato un cartello sul cruscotto dell’automobile con la scritta “Don’t panic!”, citazione dal romanzo Guida galattica per gli autostoppisti di Douglas Adams. Elon Musk aveva annunciato a dicembre che l’autoradio sarebbe rimasta accesa su Space Oddity. Nel video di simulazione del lancio, però, a fare da sottofondo sono le note di Life on Mars?, altro successo di David Bowie che ha accompagnato anche le prime immagini trasmesse dallo space center. Piuttosto azzeccata, considerano che nei piani di Musk e della SpaceX, la Tesla sarebbe dovuta entrare nell’orbita di Marte. È invece arrivata nella fascia di asteroidi compresa tra l’orbita di Marte e quella di Giove.

Il Falcon Heavy è rivoluzionario, proprio come lo sono le automobili vendute dalla società di Elon Musk. Certo, a differenza delle vetture elettriche inquina parecchio, ma almeno ci consentirà di fuggire dalla Terra nel caso diventasse inospitale. E potremo addirittura potarci dietro qualche Tesla.

Articoli correlati