Flixbus si sdoppia e inaugura Flixtrain, la linea low cost che viaggia su treno

Da fine marzo si viaggia low cost in tutta Germania su binario. I treni Flixtrain saranno verdi, come i bus che viaggiano ormai in tutta Europa. “Con la nostra rete composta da bus e ferrovia, stiamo creando un nuovo concetto di mobilità sostenibile”.

È la nuova idea di mobilità, intermodale e sostenibile. E a basso prezzo, perché dedicata sopratutto alle nuove generazioni. Quelle che non acquistano più l’auto di proprietà, ma preferiscono utilizzare i mezzi di trasporto in condivisione, a basso costo, a noleggio. Sia si tratti di un bus che di un treno. Per questo Flixbus ha annunciato che dal 24 marzo 2018 Flixtrain inizierà il servizio sulla rete ferroviaria tedesca. Amburgo, Dusseldorf e Colonia saranno le prime tratte collegate, per crescere poi fino a 28, collegando tutta la Germania.

Treno tedesco

“Bus e ferrovia si completano a vicenda perfettamente. Aggiungendo FlixTrain all’offerta FlixMobility, possiamo offrire opzioni di viaggio a prezzi accessibili ad un numero ancora maggiore di persone”, ha detto in una nota André Schwämmlein, amministratore delegato e co-fondatore di FlixMobility. “Stiamo dimostrando che il viaggio a lunga distanza confortevole non ha bisogno di essere costoso”.

Dopo i bus verdi, arrivano i treni Flixtrain

I biglietti saranno acquistabili online, sia tramite sito ufficiale che app. Le carrozze avranno a disposizione gli stessi servizi dei mezzi che già da tempo vediamo anche sulle nostre strade: servizi film e di Wi-Fi gratuito. Dagli uffici di Flixbus sono convinti che questa sia la migliore alternativa all’automobile.

flixtrain
Un autobus FlixBus a Berlino.

“Siamo sinonimo di viaggi a prezzi accessibili e un’alternativa ecologica all’automobile“, ha affermato Schwämmlein. “L’obiettivo di FlixMobility è persuadere e consentire a più persone di scegliere il trasporto pubblico ance per i lunghi percorsi. Con la nostra rete composta da bus e ferrovia, stiamo creando un nuovo concetto di mobilità sostenibile”.

Il ritorno del viaggio in bus

Dal lancio di FlixBus nel 2013, l’azienda fa sapere di aver trasportato oltre 100 milioni di passeggeri tramite 250mila connessioni giornaliere. Che in confronto alle auto private risultano sicuramente un’alternativa più sostenibile per spostarsi, oltre che economica. Inoltre FlixBus permette ai suoi utenti di viaggiare compensando le emissioni di CO2 prodotte, attraverso il pagamento volontario di una piccola quota aggiuntiva sul costo del biglietto (in genere pochi centesimi, a seconda della lunghezza del viaggio), per contribuire a finanziare i progetti certificati di Atmosfair, organizzazione accreditata dall’Onu ed impegnata nella tutela del clima e in vari progetti nei Paesi in via di sviluppo. Insomma un modo di viaggiare consapevole, economico e sostenibile.

Articoli correlati
Tesla Battery day 2020, Elon Musk come Steve Jobs?

Ormai i Tesla Battery day di Elon Musk sono veri “show” attesissimi dai fan della mobilità elettrica di tutto il mondo. A poche ore dall’evento, cresce l’attesa per l’annuncio della “million-mile battery”.