Le foto di ambiente più belle del 2019 secondo l’Environmental photographer of the year

La Ciwem ha premiato le foto ambientali del 2019, quelle che meglio rappresentano gli effetti dell’impatto dell’uomo sul nostro pianeta.

La Chartered Institution of Water and Environmental Management (Ciwem), un’organizzazione indipendente per i professionisti dell’acqua e dell’ambiente ha promosso il concorso Environmental photographer of the year. Un’iniziativa per mettere in evidenza gli impatti che gli esseri umani stanno producendo sul nostro pianeta, ma anche per celebrare l’innata capacità dell’umanità di sopravvivere e innovare, dando a tutti noi la speranza di riuscire a superare le sfide per vivere in modo sostenibile.

Il concorso sostiene gli appelli delle Nazioni unite ad agire rapidamente per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile e riconosce la natura intricata e interconnessa tra sviluppo, riduzione della povertà, azioni per il clima e gli sforzo senza precedenti che tutti i settori della società devono mettere in atto per affrontare la grande sfida del nostro tempo. Il concorso è sostenuto dalle Nazioni Unite per l’ambiente, da Arup e da Olympus UK.

“I cambiamenti climatici sono la questione che definisce il nostro tempo e ora è il momento di agire. Abbiamo bisogno di vedere l’azione da parte di tutti i settori della società. Questo concorso mostra come, in tutto il mondo, le persone vengano influenzate dal clima e mira a diffondere un messaggio importante a livello mondiale per ispirare i grandi cambiamenti”, ha detto Terry Fuller, amministratore delegato della Ciwem.

Leggi anche La plastica è tra i vincitori dell’Underwater photographer of the year 2019

Chi sono i vincitori degli Environmental photographer of the year

I vincitori sono stati annunciati in concomitanza del Climate action summit dell’Onu che si è svolto i giorni scorsi a New York. Le fotografie vincitrici del concorso rivelano la cruda realtà di come le persone e la fauna selvatica stanno lottando con gli impatti dei cambiamenti climatici in tutto il mondo.

SL Shanth Kumar è stato premiato come fotografo ambientale dell’anno con la foto High Tide Enters Home. “Il cambiamento è un fenomeno costante. Oggi questo cambiamento si sta manifestando sotto forma di cambiamenti climatici. Come fotoreporter, sto osservando quanto si dispiega sotto i miei occhi. Ho visto siccità, piogge eccessive, estati sempre più calde e inverni sempre più freddi. Credo che questo cambiamento non sia positivo e dobbiamo agire subito, altrimenti avrà un impatto sulle generazioni future“, ha detto SL Shanth Kumar.

Il premio per le città sostenibili è andato a Eliud Gil Samaniego, per la sua fotografia Polluted new year, mentre il premio Acqua, uguaglianza e sostenibilità è stato assegnato a Frederick Dharshie Wissah con il suo scatto intitolato Water scarcity. Premio Azione per il clima e l’energia va a J Henry Fair per lo scatto intitolato Remains of the forest, Giovane fotografo ambientale dell’anno è Neville Ngomane con la fotografia Desperate measures.

Articoli correlati
La valle dell’Omo, dove la vita scorre con il fiume

Le tribù della valle dell’Omo in Etiopia vivono a stretto contatto con la natura e il fiume da cui dipendono. Questo reportage esclusivo racconta come la costruzione di una diga, i cambiamenti climatici e un boom turistico stiano mettendo a dura prova la loro capacità di preservare stili di vita ancestrali.