Il container solare che porta elettricità nelle scuole

Realizzato da Panasonic permette di avere elettricità sempre disponibile anche in aree dove non sono presenti infrastrutture elettriche o in zone disagiate.

I primi container sono stati consegnati al National Elementary School di Karimunjawa, arcipelago che fa parte delle oltre 13000 isole dell’Indonesia. Si tratta di un’area con scarsità di infrastrutture per la produzione di energia elettrica. Tanto che qui l’elettricità è disponibile solo di notte in quanto prodotta da generatori diesel.

 

Questo progetto fa parte del  Grassroots Human Security Projects, un programma supportato dal Governo giapponese per le opere di responsabilità sociale delle società giapponesi che portano allo sviluppo di economie regionali e infrastrutture socio-economiche in Paesi che effettuano tali progetti, in particolare per i casi gestiti congiuntamente dal settore pubblico e privato.

 

panasonic-solar-container-photo-1100x500

Tecnologia a portata di elettricista. Il sistema, avendo la forma di un tradizionale container, è facilmente trasportabile in tutte le aree difficilmente raggiungibili, oltre ad essere modulabile per espandere ulteriormente le loro funzioni. Inoltre è stato progettato in modo tale che non sia necessario il lavoro di un addetto professionale sul posto per la messa in opera, permettendo così a un elettricista di installarlo facilmente e rapidamente.

 

L’energia elettrica è prodotta grazie a dodici moduli solari in grado di generare circa 3 kW di elettricità. Questo sistema è inoltre dotato di 24 batterie in grado di accumulare una capacità totale di 17.2 kWh. Il progetto fornirà energia elettrica alla attrezzature nella scuola e alle aule durante l’orario scolastico, mentre l’energia in eccesso generata fuori delle ore di scuola sarà distribuita alla comunità locale, contribuendo a stabilizzare la richiesta locale di energia.

Articoli correlati