Veterinaria

Il peso forma di cani e gatti si conquista in estate

Per cani e gatti il peso forma è un traguardo importante per prevenire malattie e disturbi. Ecco come conquistarlo in estate con i consigli degli esperti.

Cani, gatti e peso forma: rimanere tonici e attivi per i nostri amici a quattro zampe è un imperativo fondamentale. E, soprattutto in estate, è facile fra una coccola e un po’ più di tempo libero dedicato a giochi e attività sportive, eccedere nell’alimentazione e ritrovarsi al ritorno in città con un cane o un gatto ingrassato. Vediamo, quindi, in compagnia degli esperti veterinari come comportarci e come agire durante le ferie estive per salvaguardare salute e peso forma dei nostri amici animali.

border in acqua
In estate spesso la fame aumenta per un eccesso di attività fisica. Attenzione quindi ai chili di troppo © Pixabay

Le regole d’oro

Partendo per le vacanze ci sono dei punti fondamentali che riguardano l’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe. L’alimento commerciale – umido o secco che sia – rappresenta certamente il modo migliore per permettere una dieta specifica, calibrata e sostanziosa. E questo riguarda specialmente i cani. “Non succederà nulla se per un paio di settimane (o più) non sarà somministrata la tanto amata dieta casalinga. Anzi, alcuni esemplari saranno ben contenti di cambiare la solita “minestra” con un altro tipo di cibo. È bene però stare molto attenti alla scelta della dieta commerciale e al passaggio nei soggetti con disturbi enterici ricorrenti perché potrebbero risentirne”, spiega la dottoressa Barbara Tonini, medico veterinario, Phd nutrizione del cane e del gatto.

Se si sceglie, invece, un’alimentazione fatta in casa bisognerà tenere conto che la fonte proteica dovrebbe essere la più semplice da reperire anche durante le ferie. “Come carboidrati consiglio, in questi casi, i soffiati/fioccati (riso/miglio/mais/orzo) che non necessitano di cottura. Poi anche l’olio e le verdure (tranne le agliacee) potranno essere gli stessi che si consuma per uso umano (fatta eccezione, appunto, di tutte le agliacee e limitando o escludendo i pomodori). Una buona opzione è anche quella di preparare a casa delle porzioni di cibo congelato da scongelare giorno per giorno”, continua Tonini.

Anche in vacanza, comunque, sono da rispettare alcune regole fondamentali. “Il cane va fatto mangiare due volte al giorno con piccoli pasti per non affaticare, col caldo, la digestione. Se l’amico a quattro zampe preferisce invece mangiare una sola volta durante la giornata, è bene assecondarlo. Il caldo e lo stress dell’ambiente nuovo potrebbero indurre poco appetito e una certa svogliatezza durante i pasti”, nota la dottoressa Laura Cutullo, medico veterinario.

beagle in piedi pixabay
Un cane sano è un cane in forma © Pixabay

Amici a quattro zampe in forma con il peso ideale

Perdere peso è difficile anche per i nostri cani e gatti, ma non dobbiamo dimenticare i numerosi aspetti positivi nel mantenere un’ottimale condizione corporea. L’obesità, così come accade nell’uomo, è la più comune patologia nutrizionale e si stima una sua prevalenza di circa il 25 per cento nel cane e 4 per cento nel gatto. Le conseguenze sulla salute di uno stato di sovrappeso sono molteplici e provocano non solo una riduzione delle aspettative di vita, ma anche una peggiore qualità della stessa. “Diabete, ipertensione, tumori, pancreatiti, colpi di calore in estate, sono solo alcune delle patologie a carico dell’animale obeso o in sovrappeso”, nota Barbara Tonini.

La causa più comune di sovrappeso è lo squilibrio tra calorie consumate rispetto alle calorie bruciate. Altri fattori possono essere l’età avanzata, la familiarità (razze a rischio, per esempio, o soggetti di indole sedentaria), una dieta sbagliata e troppo calorica, troppi fuoripasto o snack e, infine, una scarsa attività fisica. “Con un’incidenza molto bassa possiamo avere anche condizioni patologiche nel cane che determinano un ridotto dispendio calorico come l’ipotiroidismo e l’iperadrenocorticismo”, aggiunge la dottoressa Tonini.

Ma come capire se il nostro cane è grasso? La deposizione di tessuto adiposo si valuta attraverso la palpazione dell’arco costale, dell’area lombare, della coda e del collo. Inoltre nei soggetti sovrappeso non è più facilmente definibile la vita e la piega addominale non è visibile. “Una dieta casalinga opportunamente bilanciata, con una maggiore concentrazione proteica e un elevato tenore di fibra, sazia senza provocare quella frustrazione che induce molte soggetti a elemosinare con insistenza o rubare il nostro cibo o quello di altri animali”, spiega Tonini. Se si nota che il quattrozampe di casa presenta del grasso in più, sarà quindi opportuno ricorrere a un bilanciamento degli ingredienti presenti nella ciotola.

gatto nero
Anche per i gatti il raggiungimento del peso forma è importante © Pixabay

Il gatto e il peso forma

Il gatto ha bisogno di mangiare più volte al giorno perché il suo stomaco ha dimensioni ridotte. “Spesso i gatti amano nutrirsi durante la notte, quando in estate fa più fresco. Dobbiamo ricordarci che molti felini hanno un’allergia al materiale plastico. Meglio quindi portare in vacanza una ciotolina in alluminio”, dice la dottoressa Cutullo.

Anche in questi casi un occhio al peso forma va dato durante le vacanze estive. “Persino una manciata di croccantini in più, o qualche bocconcino prelibato fuori pasto, possono compromettere il peso forma del gatto di casa. Attenzione, quindi, che la vacanza non diventi il momento per strafare e per aggiungere chili in più al nostro amico”, conclude Barbara Tonini. Un “vizietto” che potrebbe compromettere il ritorno alla vita quotidiana e la conclusione felice del periodo di ferie estivo.

Articoli correlati