Estate, i consigli per la dieta perfetta di cani e gatti

Con afa e caldo, in estate l’alimentazione dei nostri animali si adegua. E lo fa ricorrendo alla natura e a pochi, semplici consigli da seguire attentamente.

Caldo, afa e umidità sono compagni di viaggio durante l’estate, ma non sono certo le condizioni ideali per i nostri amici a quattro zampe, specialmente se costretti a vivere in città, fra cemento e strade trafficate. Anche dal punto di vista dell’alimentazione quotidiana, i mesi estivi impongono una riflessione. Saranno, infatti, necessari alcuni fondamentali accorgimenti per garantire alle bestiole di casa benessere e salute in attesa dell’arrivo dell’autunno. Senza dimenticare che, qualche volta, il caldo torrido può aiutare anche i quattrozampe a iniziare una dieta e a perdere finalmente i chili di troppo accumulati in inverno.

L’idratazione è primo passo in estate

In estate è fondamentale garantire ai nostri animali una corretta idratazione. “L’acqua rappresenta il nutriente più importante per la vita animale e mantenere una corretta idratazione”, spiega la dottoressa Barbara Tonini, medico veterinario PH Nutrizione del cane e del gatto. “È fondamentale per mantenere un buono stato di salute. Il corpo dei nostri quattrozampe è, come per noi umani, costituito per circa il 60- 80 per cento da acqua e questa percentuale varia in funzione della specie, della condizione corporea e dall’età”.

Per quel che riguarda la disidratazione in estate, esistono anche delle categorie particolarmente a rischio. “Si tratta dei cuccioli – prosegue la dottoressa Tonini – e degli animali anziani. Anche cani e gatti in sovrappeso possono avere dei problemi in merito, insieme a quelli che soffrono di particolari patologie o disturbi che comportano un aumento delle perdite idriche (diarrea, malattia renale cronica del gatto, patologie renali e del fegato)”. Ma non bisogna dimenticare che nel periodo estivo, quando la temperatura atmosferica diventa elevata, questa lista si allunga perché diventano “vulnerabili” tutti i soggetti che non assumono un’adeguata quantità di acqua.

cuccioli estate caldo acqua
Spesso i cuccioli devono essere aiutati a bere in estate.

Quanto bere per far star bene cani e gatti: i consigli

Come possiamo aumentare l’assunzione d’acqua nei nostri amici a quattro zampe nel periodo estivo? “È bene lasciare sempre a disposizione acqua fresca (ci sono anche delle comodissime ciotole e bottigliette da viaggio); utilizzare fontanelle d’acqua corrente, soprattutto per i gatti (i felini, infatti, non hanno l’abitudine al bere e in estate sono spesso a rischio disidratazione); somministrare cibo umido o secco arricchito con acqua o brodo ai soggetti a rischio durante l’estate”, continua Tonini.

Un altro utile accorgimento per garantire idratazione ai nostri amici a quattro zampe con il caldo è quello di preparare del brodo di carne o pesce in modo da rendere l’acqua della pappa aromatizzata. In questo modo viene stimolata l’assunzione d’acqua soprattutto nei soggetti meno portati al bere. “Il mio consiglio è quello di congelare una parte del brodo preparato nei cubetti del ghiaccio: è un’alternativa pratica e veloce per avere dell’acqua aromatizzata sempre a disposizione e poter convincere il gattino o il cucciolo di casa a bere”.

dog carrots
In estate meglio uno snack naturale: un pezzetto di carota o di mela sarà l’ideale con il solleone.

Un’integrazione naturale alla ciotola quotidiana

“In estate, per aiutare cani e gatti a sopportare l’afa – dice la dottoressa Laura Cutullo, medico veterinario esperto di floriterapia – si possono aggiungere alla ciotola quotidiana o a quella dell’acqua da bere quattro gocce dei seguenti fiori: il californiano Dill e i classici fiori di Bach Beech e Olive che aiutano l’organismo a vincere la spossatezza e a essere più vitali”.

Nel suo libro Cure Naturali e Alimentazione per gli animali di casa, Cutullo consiglia anche il decotto di ortica (avvertendo che non tutti i quattrozampe ne gradiscono l’aroma) utilizzando le sommità fresche della pianta in grado di reintegrare velocemente la perdita di sali minerali dovuta all’afa.

Un’altra fonte di energia – prosegue la dottoressa Cutullo – è l’aloe. Spesso a causa del clima torrido i nostri amici a quattro zampe tendono a nutrirsi poco o, magari, a saltare addirittura i pasti. L’aloe riesce a fornire le preziose sostanze che vengono a mancare a causa della scarsa alimentazione. Oltre ad avere un’azione immunostimolante, infatti, contiene vitamine, aminoacidi e minerali. Non ha un buon sapore purtroppo e gli animali non la gradiscono. Va evitato, quindi, di aggiungerla alla ciotola della pappa, ma si può ovviare somministrandola con un contagocce o una siringa direttamente in bocca. La posologia è di mezzo cucchiaino nel gatto o nel cane di piccola taglia fino ad arrivare a un cucchiaio da tavola nel cane grande”.

L’aggiunta di un po’ di decotto di rosmarino nella ciotola serale può aiutare invece il cane anziano a ritrovare tonicità. “E il decotto si trasforma anche in un ottimo tonico per un fegato affaticato.”, aggiunge la dottoressa Maria Mayer, medico veterinario e omeopata.

fat cat
Un gatto obeso può andare incontro a molte malattie. In estate mettiamolo a dieta…

Quando estate fa rima con dieta

L’obesità, come accade nell’uomo, è la più comune patologia nutrizionale anche nell’universo pet (animali domestici). “Si stima una prevalenza di circa il 22 per cento di soggetti obesi nei cani – dice Barbara Tonini – che si innalza al 45 per cento nei gatti. Le conseguenze per la salute di uno stato di sovrappeso sono molteplici e, oltre a una riduzione delle aspettative di vita, si può assistere anche a una maggiore incidenza di malattie come l’artrosi, il diabete, l’ipertensione, le malattie cardiache, la pancreatite e non da ultimi, i tumori”.

Con il caldo e l’afa, complici una necessaria diminuzione dell’attività fisica e un minor appetito, si può cercare di far perdere peso a cane e gatto in modo naturale. Come? “Per prima cosa, con caldo e giornate afose, eliminiamo totalmente gli snack, i fuoripasto, o i bocconcini che arrivano direttamente dalla tavola umana”, continua Tonini.

Possiamo egregiamente sostituirli con la frutta fresca (carota a pezzetti, cruda o cotta a seconda dei gusti, mela, melone e altri frutti di stagione. “Ho costatato che una dieta casalinga opportunamente bilanciata – conclude l’esperta – con una maggiore concentrazione proteica ed elevato tenore di fibra, sazia senza provocare quella frustrazione che induce molte soggetti ad elemosinare con insistenza o rubare il nostro cibo o quello di altri animali. Esattamente come accade per noi, dimagrire non è sempre un’impresa epica ma, con la giusta consapevolezza, è possibile ottenere degli ottimi risultati senza grandi sacrifici o sofferenze. Inoltre questo tipo di alimentazione è praticamente perfetta per i mesi più caldi dell’anno”.

Non tutto il male viene per nuocere, verrebbe da dire, se caldo e afa possono servire a far conquistare ai nostri piccoli compagni di vita una forma perfetta in vista dell’autunno.

Articoli correlati