New York sceglie Milano per il primo accordo turistico con una città italiana

New York sceglie Milano per un accordo volto a incrementare gli scambi culturali e commerciali tra le due città, al centro del turismo mondiale.

Due città piene di vita, dove il design, la creatività, l’economia e l’innovazione svolgono un ruolo centrale, hanno unito le forze stilando un accordo decisivo per incrementare il turismo: è la prima volta nella storia che New York firma un’intesa di questo tipo con una città italiana. New York e Milano sono due tra i migliori luoghi al mondo dove visitare musei, mostre, dove prendere parte a eventi e andare a fare acquisti in negozi di lusso. Entrambe le città vogliono che i turisti scoprano le loro pietanze tipiche, i quartieri e tutti gli elementi che compongono l’immagine con cui sono conosciute nel resto del mondo.

Milano Bosco Verticale
Il grattacielo Bosco Verticale di Milano, che è stato premiato come ‘edificio più bello del mondo dalla CTBUH © Luisa Gattone

New York e Milano: scambio commerciale e culturale

La partnership tra New York e Milano è stata firmata il 9 novembre a Palazzo Marino, la sede milanese dell’amministrazione comunale, dall’assessore al Commercio e al Turismo del Comune di Milano Franco D’Alfonso e da Fred Dixon, presidente e amministratore delegato della NYC & Company, l’ente ufficiale del turismo della città di New York. Questo scambio commerciale reciproco consiste nell’incoraggiare il turismo tramite attività di promozione multimediali e la condivisione di buone norme per il turismo.

Christopher Heywood, vicepresidente del settore comunicazione della NYC & Company, ha sottolineato che la chiave del successo della campagna “non è solo consigliare alla gente di visitare le città in inverno ma anche proporre qualcosa di più economico”. La NYC & Company sta lavorando con Best Tours, uno dei tour operator più famosi d’Italia, per mettere a disposizione dei visitatori pacchetti speciali per le vacanze invernali a New York da gennaio a marzo, il periodo più conveniente dell’anno. Inoltre offrono consigli a chi volesse visitare i tesori nascosti della città e i luoghi più famosi.

Il turismo americano a Milano nell’anno dell’Expo

Nel 2014 i turisti italiani a New York sono aumentati del 10 per cento, e molti di loro sono partiti dagli aeroporti milanesi. Il capoluogo lombardo ha visto una cospicua crescita del settore turistico: nel 2015, l’anno dell’Expo, da gennaio a settembre c’è stata una crescita del 16 per cento nel numero di turisti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

New York One World Trade Center
Il One World Trade Center di New York City © Luisa Gattone

Anche se è ancora troppo presto per avere un piano dettagliato dell’iniziativa, partita ufficialmente il 13 novembre, nella città meneghina sono stati distribuiti 700 manifesti con la scritta “Scopri NYC“, il nome della campagna che incoraggia a visitare New York City in inverno. Nel febbraio del 2016 sarà la volta della città americana a dover affiggere 40,9 milioni di manifesti che mostrano gli eventi di aprile della Triennale di Milano e a tentare così gli americani, per scoprire l’Italia attraverso Milano.

Tradotto da

Articoli correlati