Una giornata nella gola del Sesia, tra rapide, natura e montagna

Una giornata d’immersione, letteralmente, nelle acque di uno dei fiumi più belli d’Italia. Adrenalina e natura alla portata di tutti.

È considerato uno dei fiumi più belli d’Europa, ideale per le attività canoistiche e con il kayak, tanto che nel 2002 ha ospitato i mondiali della disciplina. È il Sesia, fiume piemontese dal carattere torrentizio, che nasce dal Monte Rosa a circa 2500 metri d’altezza.

 

sesia
Le rapide del Sesia, uniche in Europa. Sicuramente da provare. Foto via Sesia Rafting

 

Ed è grazie proprio alla sua particolare conformazione che il fiume, in particolare nella stagione che va da aprile a settembre, è l’ideale per attività sportive come il rafting, il canyoning e l’hydrospeed. A Vocca, tipico paesino montano, si trova il centro sportivo Sesia Rafting, uno dei primissimi in Italia, e oggi conosciuto per offrire esperienze adrenaliniche immerse in paesaggi unici, garantite da uno staff preparato e da guide certificate Firaft (Federazione italiana rafting).

 

Il Sesia tra rapide e acque placide

È forse proprio questo il bello del tratto di fiume che va da Balmuccia a Varallo, proposto dal centro sportivo per l’attività di rafting: rapide a tratti impegnative, divertenti, capaci di dare anche qualche scossone al gommone, alternati ad altri con acque calme, rilassanti, nei quali è possibile godere del paesaggio montano e magari fare anche qualche “incontro” con la fauna locale.

 

sesia
Il centro sportivo è contornnato da un prato di 20 mila metri quadri attrezzato. Foto via Sesia Rafting.

 

Dopo aver organizzato le squadre e data la giusta preparazione per ogni eventualità, come la caduta in acqua o il ribaltamento del gommone, si indossa l’attrezzatura (muta, casco e salvagente) e ci si tuffa in acqua. Naturalmente è fondamentale saper nuotare. Si raggiunge il gommone e si iniziano le prime prove di pagaiata, sotto la supervisione della guida che accompagnerà il gruppo per tutto il percorso. Una prova anche di squadra perché per spingere il natante nella giusta direzione bisogna lavorare in sincrono, con i remi.

 

Da lì si inizia a scendere per circa una decina di chilometri tra rapide, famose tra gli appassionati di questa attività: la Trancia, lo Slalom, l’Ubriaco, l’Igloo. Tutte diverse, tutte da provare. Si passa da salti di quasi un metro o più, all’evitare rocce, costoni, grossi massi che aumentano i vortici dell’acqua. Cristallina, fresca, pulita. Il tutto naturalmente in sicurezza.

Le offerte

L’associazione sportiva Sesia Rafting, propone svariate offerte. Dai weekend dedicati, ai campus per ragazzi, della durata di 5 giorni. Il centro infatti offre la possibilità di un giardino di 20.000 metri quadri, dotato di spiaggia, campo da calcetto e pallavolo, area grill e un’area dedicata al camping. Non solo, è possibile provare l’esperienza anche per una sola giornata, rifocillandosi poi nei ristoranti tipici del luogo, come il Gatto e la Volpe a Campertogno.

Articoli correlati
La nuova conquista delle terre alte

Le terre alte sono da sempre una meta molto ambita per gli amanti della montagna. Il turismo sempre più accessibile le sta però mettendo in pericolo.