Il Sudafrica legalizza il consumo di marijuana

La Corte suprema del Sudafrica ha concesso ai cittadini adulti la possibilità di fumare marijuana in casa e coltivarne piccole quantità.

Dal 18 settembre i maggiorenni del Sudafrica possono fumare marijuana, purché non lo facciano nei luoghi pubblici. Lo ha stabilito una sentenza della Corte suprema.

Arrestate per aver fatto uso di cannabis, tre persone si sono difese dicendo che il divieto di consumarla “fosse un’intromissione ingiustificata nella loro sfera privata”; il vicepresidente della Corte, Raymond Zondo, ha dato loro ragione stabilendo che “il possesso per uso personale e il consumo di marijuana in privato non è da considerarsi un reato da parte di un adulto”. Anche coltivarla, sempre nelle stesse modalità, diventa legale mentre prima il rischio era quello di pagare una multa, andare in prigione e macchiare la propria fedina penale.

Leggi anche:

Resta comunque illegale fumare marijuana nei luoghi pubblici, venderla o possederne grandi quantità. La Corte sudafricana non ha però chiarito quanti grammi siano da considerarsi per uso personale: a deciderlo sarà il parlamento, che entro 24 mesi ha l’obbligo di promulgare una legge a riguardo.

Sudafrica legalizza marijuana
La Corte suprema del Sudafrica ha legalizzato il consumo di marijuana, ma non ha stabilito quanti grammi siano da considerarsi per uso personale. A deciderlo sarà il parlamento entro 24 mesi © Sharon McCutcheon/Unsplash

Le reazioni alla legalizzazione della marijuana in Sudafrica

I ministri della Salute e della Giustizia sudafricani erano contrari alla legalizzazione della marijuana, ritenendola pericolosa. Circa un centinaio di attivisti che si erano radunati fuori dal tribunale a Johannesburg hanno invece accolto la notizia con grande entusiasmo, intonando canzoni risalenti al periodo dell’apartheid e gridando “Weed are free now”, un gioco di parole: “We are free now” vuol dire “siamo liberi”, weed significa erba. Jeremy Acton, leader del Dagga partydagga è come viene comunemente chiamata la marijuana in Sudafrica – crede inoltre che il consumo di cannabis dovrebbe essere consentito anche nei luoghi pubblici.

Dove è legale il consumo di cannabis nel mondo e quali sono i rischi

A giugno del 2018 il Canada ha legalizzato la marijuana a scopo ricreativo, diventando così l’unico paese del G7 ad aver compiuto questa scelta, fatta eccezione per alcuni stati americani come la California, il Colorado e l’Oregon. Nel continente africano solo due stati, lo Zimbabwe e il Lesotho, consentono l’uso della cannabis nel trattamento di patologie gravi. Probabilmente la legalizzazione in Sudafrica determinerà un calo nel numero di arresti e aiuterà a ridimensionare il potere delle bande criminali, ma potrebbe avere risvolti negativi la cui portata dev’essere ancora compresa: uno di questi è la nascita dei cosiddetti influencer della marijuana, persone con milioni di follower che la pubblicizzano sui social media.

Foto in apertura © Wikus De Wet/AFP/Getty Images

Articoli correlati