Arredamento e Design

Tortona Design Week 2017, i progetti e le installazioni da non perdere

Anche quest’anno la Tortona Design Week si conferma uno dei poli fondamentali in città per la settimana del design, ospitando designer, progetti e aziende provenienti da tutto il mondo.

green smart living_manifattura 4.0_tortona_design_week_2017
Green smart living è un modulo abitativo che promuove una cultura del vivere sano e sostenibile per spazi di architettura ibrida, green e social. Caratteristica principale del progetto racconta Massimiliano Mandarini, architetto nonché ideatore del progetto, sta nel suo approccio “tailor green”, ossia la cura e la grande attenzione alle esigenze dell’essere umano per vivere in totale armonia con l’ambiente che lo circonda. “Un design per una qualità e uno stile di vita sano e intelligente”.

Base Milano, via Bergognone 34

Da citare come ospite principale degli spazi dell’ex Ansaldo l’evento Manifattura 4.0. The challenge for the future of the Italian companies organizzato da Cna Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa, che attraverso due progetti in particolare, Green smart living e rOBOTRIP | open tools for art and design, vuole appunto raccontare al pubblico della Design Week 2017 come le imprese italiane affrontano oggi la sfida dell’industria 4.0 tra nuova manifattura e innovazione.

La mostra Design nomade invece presenta una serie di oggetti diversi tra loro, ma tutti accomunati dalla stessa peculiarità: un design agile per rispondere ai nuovi bisogni del vivere contemporaneo. Green e molto interessante anche l’installazione costruita al centro della piazza di fronte al Base di Airlite, una pittura antinquinamento 100 per cento naturale che purifica l’aria, elimina i batteri e respinge polvere e sporco.

BASE-Milano_Itaca_Elena-Bompani
Il progetto Itaca, di Elena Bompani, uno dei bellissimi progetti esposti alla mostra Design Nomade al BASE, in via Bergognone 34

Superstudio più, via Tortona 27

Da non perdere in questa multi-location moderna e polifunzionale l’hub Materials village di Material ConneXion dedicato a materiali, alle nuove tecnologie e alla sostenibilità. Sempre organizzata da Material ConneXion è la mostra New materials for a smart city, un percorso caratterizzato da quattro aree tematiche, ovvero Eco innovation, Advanced building, Smart living e Ict materiale, che propone un nuovo modo di vivere, intendere e di progettare la città e dove saltano all’occhio progetti interessanti come Trash-2-Cash.

trash 2 cash_progetto eu_design_week_2017
Il progetto Trash-2-Cash utilizza rifiuti tessili a valore zero per creare materiali e prodotti di alta qualità con processi guidati da una nuova metodologia design-driven e circolare © Benedetta Bacialli

Opificio 31, via Tortona 31

Presso l’Opificio 31 di via Tortona interessanti da visitare l’esposizione Nordic life in urban spaces di Vestre, azienda norvegese che propone una visione innovativa dell’arredo urbano per una rinascita in chiave ecologica e creativa delle città contemporanee, Deesup, una selezione di prodotti di seconda mano caratterizzati da un design trendy e originale, e infine il progetto Jerry ecolight di Ecoplen srl attraverso cui “il rifiuto torna alla luce per illuminare un mondo più pulito”.

Vestre_Tortona design week_2017
Gli arredi urbani di Vestre, storica azienda norvegese, presenti durante la Milano Design Week all’Opificio 31 in via Tortona

Via Tortona e dintorni

Particolare e innovativa l’installazione green Mini living – “Breathe”, che mostra come l’architettura possa offrire soluzioni creative per un vivere più consapevole ed ecologico. Per gli amanti delle culture lontane invece in via Novi 5 si trova l’esposizione Rong – Contemporary design exhibition, curata da Milano space makers e dedicata all’uso 2.0 di materiali tipici della tradizione cinese come bambù, seta, carta, fango e bronzo.

Ròng_Contemporary_Design_Exhibition
Uno dei prodotti realizzato in carta da Christoph John, Jovana Zhang e Zhang Lei per la mostra Ròng – Contemporary design exhibition in via Novi 5

La mostra unisce le radici della tradizione artigiana alle espressioni del design contemporaneo riassumendo un lavoro di ricerca durato ben cinque anni in cui sono stati catalogati più di 2mila tipologie di materiali, oltre 30 villaggi visitati alla ricerca di tradizioni e maestrie artigiane e invitati 50 designer provenienti da campi differenti. In mostra sono presentati 70 oggetti che sintetizzano alla perfezione l’essenza dell’estetica cinese.

Articoli correlati