L’uragano Dorian a un passo dagli Stati Uniti

Dopo aver devastato le Bahamas, l’uragano Dorian è di fronte alla East Coast americana: “Attese vaste e significative inondazioni”.

L’uragano Dorian – dopo aver provocato scene apocalittiche alle isole Bahamas, uccidendo non meno di 20 persone e lasciandone 70mila bisognose di aiuti immediati – ha cominciato alle prime ore di oggi, giovedì 5 settembre, a colpire le coste americane. Nel suo percorso al di sopra dell’oceano Atlantico, ha ripreso inoltre forza, risalendo nuovamente alla categoria 3 (mercoledì era stato declassato temporaneamente in categoria 2).

Con venti a 185 km/h, l’uragano si dirige verso nord

I venti attualmente raggiungono i 185 chilometri all’ora, secondo quanto indicato dal servizio meteorologico americano. Alle 5 di questa mattina, ora italiana, Dorian si trovava a circa 170 chilometri a sud di Charleston, in Carolina del Sud, e si spostava alla velocità di 11 km/h. Si suppone che il punto di “landfall” (il momento in cui toccherà terra) sarà in Carolina del Nord.

Il Centro nazionale per gli uragani (National hurricane center, Nhc) ha diffuso nella serata di mercoledì un bollettino nel quale spiega che sono previste “significative inondazioni in una vasta porzione delle coste negli stati sud-orientali e del Mid-Atlantic”.

uragano dorian stati uniti
Alle prime ore di giovedì 5 settembre l’uragano Dorian si trovava di fronte alle coste degli Stati Uniti © Mark Wilson/Getty Images

La città di Marsch Habour, alle Bahamas, distrutta al 60 per cento

Si cominciano intanto a quantificare i danni materiali provocati dall’uragano alle Bahamas. Il fenomeno estremo si è accanito sull’arcipelago per decine di ore, rimanendo per quasi una giornata pressoché immobile. Il quantitativo di pioggia caduta è arrivato a toccare i 76 centimetri.

uragano dorian danni
Un’immagine aerea dei danni causati alle isole Bahamas dall’uragano Dorian © Scott Olson/Getty Images

Secondo quanto riferito dal primo ministro Hubert Minnis, Marsch Harbour, la principale città delle isole Abacos (il secondo territorio delle Bahamas in termini di superficie) è distrutta al 60 per cento dall’uragano. La Croce Rossa ha indicato che il totale di case danneggiate o distrutte è pari ad almeno 13mila. Il dirigente delle Nazioni Unite Mark Lowcock ha annunciato lo stanziamento di un milione di dollari per apportare i primi aiuti sul posto.

Articoli correlati