Il gigante dell’abbigliamento Vf corporation si schiera con le foreste

L’azienda statunitense Vf corporation, che comprende marchi come Timberland, The North Face e Wrangler, ha pubblicato un rapporto con le nuove linee guida per contrastare la deforestazione e rendere sostenibili le proprie catene di fornitura.

L’azienda di abbigliamento statunitense Vf Corporation, vero e proprio colosso che comprende marchi noti come Timberland, The North Face e Wrangler, ha finalmente deciso di ridurre il proprio impatto sulle foreste, sempre più spoglie a causa della deforestazione, e ha pubblicato il suo primo Forest derived materials policy, documento che definisce le linee guida formali che l’azienda adotterà per rendere sostenibili le proprie catene di fornitura.

Deforestazione in Indonesia
In tutto il mondo la copertura forestale è in declino a causa della deforestazione per fare posto agli allevamenti e allle piantagioni © Ulet Ifansasti/Getty Images

Per le foreste, contro i cambiamenti climatici

“La deforestazione e il degrado forestale continuano ad essere un problema globale che provoca i cambiamenti climatici e compromette i diritti umani – ha dichiarato Letitia Webster, responsabile della sostenibilità di Vf Corporation. – La nuova politica aziendale fornisce indicazioni chiare e ci permette di fare la nostra parte nella protezione delle foreste di tutto il mondo”.

Proteggere le foreste primarie, la biodiversità e le popolazioni indigene

La politica forestale di Vf Corporation ha lo scopo di evitare i problemi connessi alla deforestazione, come la riduzione di foreste antiche, la perdita di biodiversità e delle popolazioni indigene e lo sfruttamento dei lavoratori. Il rapporto evidenzia la necessità di utilizzare prodotti a base di fibre riciclate, quando possibile, e di promuovere pratiche di gestione forestale responsabile e il ricorso a enti di certificazione.

Orango in Indonesia
La sopravvivenza degli oranghi è minacciata dalla distruzione del loro habitat © Dimas Ardian /Getty Images

Un approvvigionamento sostenibile

Oltre a rafforzare gli sforzi per utilizzare solo prodotti forestali certificati e sostenibili, la società ha sviluppato rigide politiche per l’approvvigionamento di minerali, di cotone e di materiali di origine animale.

La moda sostenibile

Per la stesura delle nuove linee guida aziendali Vf Corporation ha collaborato con diverse organizzazioni non governative che si occupano di conservazione delle foreste, della biodiversità e del clima, come la candese Canopy. Grazie alla sua nuova politica, Vf Corporation unisce importanti marchi del settore della moda e dell’abbigliamento, come Stella McCartney, Levi Strauss & Co., Marks & Spencer e Quiksilver, che sostengono l’iniziativa CanopyStyle, nata con l’obiettivo di eliminare l’uso di foreste primarie nella produzione di tessuti come rayon e viscosa entro la fine del 2017.

Negozio Timberland
Oltre sessanta grandi marchi di abbigliamento hanno aderito all’iniziativa CanopyStyle lanciata dalla ong canadese Canopy © Paula Bronstein/Getty Images

Un esempio per il settore

“Quando un gigante dell’abbigliamento come Vf Corporation amplia il suo impegno per la difesa delle foreste con una politica come questa aggiunge un incredibile slancio agli sforzi globali di conservazione”, ha commentato Nicole Rycroft, direttore esecutivo di Canopy.

Articoli correlati